Nessuno resti indietro per colpa del coronavius. Le vostre parole, i vostri volti.

Andrea Massimo Murari

Ritengo che ci fosse già in atto un aumento delle disuguaglianze e l’effetto dell’emergenza sanitaria l'ha solo velocizzato. Per questo aderisco, perché penso che le future strategie da mettere in campo sono proprio a supporto per risolvere questo problema.

Annalisa Spalazzi 

Sottoscrivo e sostengo la proposta perché la crisi non colpisce tutti in modo uguale ed è giusto proteggere i più vulnerabili. Perché la crisi fa emergere quanto pesa la disuguaglianza. Perché è dovere e diritto di ognun@ rigenerare la nostra società con tutti i mezzi che possiamo attuare ORA, per non lasciare nessun@ indietro. Non soltanto a parole.

Simone Buttazzi

Giusi Mossa

Sostengo l'iniziativa perché ho dovuto ricostruire la mia vita più volte con le mie forze e con grande fatica. Ancora oggi, a 56 anni, con due figli a mio totale carico, non ho nessuna certezza. Sono laureata in lingue, con un master di II livello in Didattica dell'Italiano L2 sono stata dipendente per 18 anni di un’azienda di proprietà IBM, a 40 anni ho perso il lavoro a causa della crisi del 2008 e contestualmente mi sono separata. Dopo gli anni di CIGS, ho lavorato saltuariamente da casa come traduttrice e attualmente lavoro nella scuola come precaria. Ho vissuto anni molto duri e ancora oggi fatico a recuperare una stabilità lavorativa. Come per molte persone, il COVID-19 ha interrotto bruscamente quel po’ di sollievo che iniziavo a sentire grazie alle convocazioni nella scuola. Attualmente, non lavoro perché il mio contratto nell’ultima scuola in cui ho lavorato è terminato il 12/03/2020. Sicuramente sostengo la proposta fatta dal Forum perché bisogna proteggere il lavoro e la capacità produttiva del paese e la sottoscrivo perché la crisi non colpisce tutti in modo uguale ed è giusto proteggere i più vulnerabili.

Fernando Petrivelli

Aderisco a questa campagna di mobilitazione delle forze e degli intelletti individuali perché ne sento l’empatia coinvolgente, l’unica forza che può consentirci di arrestare la deriva entropica -economica, politica e sociale - che il turbocapitalismo finanziario sta alimentando. Per un'Europa sociale.

Raffaella Palladino 

Samuele Pigoni

Giovanni Graziani 

Nessuno resti indietro. Mai. La crisi sanitaria colpisce tutti, ma non tutti allo stesso modo. Se non reagiamo uniti, insieme, non c’è futuro. Dobbiamo ripartire con ancora più attenzione, proteggendo chi sta soffrendo e la natura che ci sostiene!

Soana Tortora

Sottoscrivo la proposta perché la crisi non colpisce tutti in modo uguale ed è giusto proteggere i più vulnerabili. Chi pensa alle persone con disabilità? Percorsi di inclusione socio-lavorativa in cooperative, imprese sociali, associazioni interrotti di colpo: esperienze di TS vitali, innovative che devono vivere. M. Soana TORTORA - Solidarius Italia impresa sociale

Paolo La Carrubba

Sostengo #nessunorestindietro perché ho sostenuto tanti lasciati indietro, senza speranze, nel mio lavoro; perché mi sono trovato lasciato indietro da anni con migliaia di altri in Sicilia, senza nessuno che sostenesse noi. Paolo La Carrubba, Presidente di Itinerari per il Lavoro

Giuseppe Dino

Mirco Ferraresi

#nessunorestindietro perchè è eticamente giusto, perchè sono una persona con valori di Sinistra, perchè se la persona vicino a me non sta bene non sto bene neanche io, perchè tutti devono avere la possibilità di esprimere le proprie capacità indipendentemente dal punto di partenza.

Tullia Trevisan

Lucia Lovecchio

Alberto Anzalone

La Costituzione é il nostro faro. Esorta la Repubblica a rimuovere gli ostacoli economici e sociali che limitano di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini. Costruiamo insieme una società più solidale e più giusta.

Pier Paolo Filippini

Sostengo l'iniziativa per me e per gli altri che sono stati lasciati indietro. Sono assunto presso una ditta del Friuli con contratto cococo, ho lavorato fino al 15 Marzo ma la ditta ad oggi mi ha detto che non ha soldi per pagarmi i 15 gg lavorati, inoltre per questioni contrattuali non sono cassa integrabile, l'inps ancora non mi ha risposto se e quando mi dará il bonus da 600€, ma pagando 295€ di affitto al mese significa che me ne rimarrebbero 305€ per vivere. Sono pochi.

Marcella Corsi

Federica Roccisano

Luca Pirrè

Ho aderito a questa proposta perchè siamo tutti colpiti da questo terribile virus e l’obiettivo comune deve essere il contenimento dell'impoverimento e delle disuguaglianze con uno sguardo fermo verso la costruzione futura di una giustizia ambientale e sociale.

Sandro Piersanti

Aderisco alla proposta perché una società che nega il diritto alla salute, all’educazione, all’abitare, al lavoro e reddito per tutti è una società malata che si poggia su un’impalcatura marcia che dobbiamo buttare giù. Ricominciamo dal valore della vita e del futuro per tutte e tutti.

Rita Quisillo

Adriano Arlenghi

Luca Surico

La situazione da prevedere è tragica a mio parere in termini di salute e di stabilità economico – finanziaria in quanto la distribuzione della ricchezza era, é e sarà sempre più acuta sia nell’ economia e nella gestione tradizionale che nell’ economia e gestione digitale in quanto la tecnologia, seppur favorisca gli scambi, non sostituisce la personalità e la conoscenza di ognuno di noi, in particolare di chi ha molto di più rispetto a chi ha poco o niente, infatti la dimostrazione notata nel mio piccolo é che in questo mio periodo di distanziamento sociale da più di un mese in casa seppur con il quotidiano uso di social networks, e-mails e skype non riesco a confrontarmi apertamente con la maggior parte dei miei amici e potenziali partners e potenziali datori di lavoro su temi di lavoro, formazione e ripresa poiché rimangono chiusi nella comunicazione con l’ altro e la maggior parte non risponde e quindi sarà necessario confrontarsi di persona quando tutto si spera finirà al più presto con la dovuta gradualità. Quale migliore occasione é questo periodo di interventi eccezionali, in una situazione di incertezza ma al contempo di determinazione e coraggio all’ Italiana, per programmare, nei tempi debiti e senza togliere spazio all’ emergenza in atto, una nuova politica attiva del lavoro perché si possa attuare su uno dei diritti basilari della nostra Repubblica, il diritto al lavoro.

Camillo Canola – Amici della Speranza

Federica Baiano

Francesca Moccia

Francesca Moccia

Don Carmine Schiavone

Marco Marucci

Marco Marucci

Francesco Galli

Francesco Galli

Sandro Santarelli

Sostengo la proposta perché è ispirata a principi che mi trovano concorde e perché non si limita ad affrontare l’emergenza nell’immediato ma pone le basi per costruire un nuovo welfare più giusto ed equo.

Download PDF

ARTICOLI CORRELATI

Il 30 marzo scorso Forum Disuguaglianze Diversità e Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), insieme a Cristiano Gori, avevano presentato la proposta del Reddito di Emergenza (Rem). Il Rem è stato in effetti inserito nel Decreto Rilancio. Vi sono, tuttavia, alcune preoccupazioni circa la capacità della nuova misura, così come è stata introdotta, di riuscire effettivamente a sostenere la popolazione economicamente più fragile in un passaggio storico così complicato.

ForumDD, ASviS e Cristiano Gori

Il ForumDD, l'ASviS e Cristiano Gori hanno lavorato insieme dal 30 marzo per assicurare una protezione sociale equa, dignitosa e di facile accesso alla parte più vulnerabile della popolazione. In questo archivio sono raccolti i documenti prodotti e la rassegna stampa della campagna condotta. 

ForumDD, ASviS e Cristiano Gori

Invia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi