Partner di progetto

Carlo Borzaga

Carlo Borzaga è dal 2001 professore ordinario di Economia Politica presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento, Dopo la laurea in Sociologia e gli studi di economia presso il Dipartimento di Economia dell’Università di Trento e presso l’Università di Durham, si è occupato prima di economia regionale e quindi di economia del lavoro. Successivamente ha orientato la propria attività di ricerca verso l’analisi economica delle organizzazioni non-profit e in particolare delle imprese sociali, oltre che delle imprese cooperative e dei loro effetti sul mercato del lavoro e sui sistemi di welfare. Presso l’Università di Trento è stato per otto anni delegato del Rettore per il programma Erasmus, quindi vicedirettore del Dipartimento di Economia, presidente del Nucleo di valutazione e infine, tra il 2003 e il 2006, Preside della Facoltà di Economia. Dal 1997 al 2008 è stato presidente dell’Istituto di Studi Sviluppo Aziende Non-profit (ISSAN) con sede presso l’Università di Trento con il quale ha contribuito a costituire EMES, il primo network europeo di studi sull’impresa sociale. Ha ideato ed è tuttora coordinatore del Master in Gestione di Imprese Sociali (GIS) dell’Università di Trento. Dal 2008 è Presidente dell’European Research Institute on Cooperative and Sociale Enterprises (EURICSE), un centro di ricerca promosso dall’Università per lo studio delle cooperative e delle imprese sociali. E’ stato anche presidente del Network di Università e centri di ricerca italiani che si occupano di imprese sociali (IrisNetwork). Ha al suo attivo un rilevante numero di pubblicazioni, di carattere sia teorico che  empirico, su diversi aspetti di economia a politica del lavoro, nonché sulle cooperative e sulle imprese sociali. Ha partecipato a diversi progetti di ricerca e di mobilità europei. Sui propri temi di ricerca ha collaborato con diverse istituzioni internazionali, in particole con la Commissione Europea, l’ILO e l’OCSE.

Carlo Borzaga is Professor of Economic Policy at the Department of Sociology and Social Research of the University of Trento (Italy). Trained in both Sociology and Economics, his research interests include cooperatives, social enterprise, the economic and social role of non-profit organizations and their interactions with the welfare policies. From 1997 to 2008 he was chairman of the Institute for the Development of Nonprofit Organizations (ISSAN), based at Trento University. From 2002 he has been also chairman of the Evaluation Committee of the University of Trento and from 2003 to 2006 Dean of the Faculty of Economics. He is director of the Master in Management of Social Enterprises (GIS). Currently he is President of the European Research Institute on Cooperative and Social Enterprises (EURICSE). He is also member of the EMES European Research Network and chairman of the IRIS network, an Italian network of over twenty-five research centres on social enterprises. He sits on the editorial board of several Italian and European journals and is co-editor of the newly launched international Journal of Entrepreneurial and Organizational Diversity. He has written and co-edited numerous books and papers on labour economics, labour and welfare policies, social and co-operative enterprises. He has participated and coordinated numerous research projects funded by the EU, the Italian government and local authorities. He has also consulted widely for international organizations, including the OECD, ILO, and European Commission.

Nerina Boschiero

Nerina Boschiero è Professore ordinario di diritto internazionale all’Università di Milano, Facoltà di giurisprudenza. Precedentemente, ha insegnato Diritto commerciale internazionale all’Università di Milano, Facoltà di Giurisprudenza (2002-2012), Diritto internazionale e Diritto internazionale privato presso l’Università di Verona, Facoltà di Giurisprudenza (1997-2002), Diritto internazionale, Diritto internazionale privato, Diritto europeo presso l’Università di Catania, Facoltà di Giurisprudenza (1994-1997), Diritto internazionale privato presso l’Università di Trento, Facoltà di Giurisprudenza (1990-1992). È stata visiting professor presso l’Institut des Hautes Études Internationales, Università Panthéon-Assas, dove ha tenuto un corso speciale su “Propriété intellectuelle et droit du commerce international: analyse de certain question actuelles” (2009). È stata invitata come visiting professor dall’International Law Center della Facoltà di Giurisprudenza di Belo Horizonte (Brasile) dove insegna un corso speciale su «Publich Health and Sustainability». È stata invitata come “relatrice” in varie conferenze internazionali in tutto il mondo. Ha diretto numerosi progetti di ricerca collettiva sostenuti dal Ministero dell’Istruzione e della Ricerca su vari argomenti relativi alla teoria generale del diritto internazionale privato e agli obblighi contrattuali. È membro del comitato scientifico editoriale della Rivista di Diritto Internazionale privato e processuale. Attualmente è Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano in cui ha creato nel 2014 un biennio LL.M. Programma sullo sviluppo sostenibile (interamente insegnato in inglese), giunto alla quinta edizione; ha anche promulgato un nuovo dottorato di ricerca internazionale su “Diritto, etica ed economia per la sostenibilità” (prima edizione 2019/2020). Ha curato o co-curato cinque libri di diritto internazionale pubblico e privato (nel campo delle relazioni economiche internazionali e delle loro relazioni con valori etici, bioetica e biotecnologie, questioni procedurali nello spazio europeo di giustizia, transazioni commerciali internazionali). È autrice di due libri sui contratti per la vendita internazionale di merci e il sistema italiano di diritto internazionale privato e di numerosi articoli (in italiano, francese e inglese) e di numerosi contributi a opere collettive su vari argomenti di pubblico e privato legge internazionale. I suoi attuali interessi di ricerca riguardano l’intersezione e l’interazione tra diritto internazionale pubblico e privato.

Nerina Boschiero is full Professor of International Law at the University of Milan, Faculty of Law. Previously, she taught International Trade Law at the University of Milan, Faculty of Law (2002- 2012), International Law and Private International Law at the University of Verona, Faculty of Law (1997-2002), International Law, Private International Law, European Law at the University of Catania, Faculty of Law (1994-1997), Private International Law at the University of Trento, Faculty of Law (1990-1992). She has been visiting professor at the Institut des Hautes Études Internationales, University Panthéon-Assas, where she has taught a special course on “Propriété intellectuelle et droit du commerce international: analyse de certain question actuelles” (2009). She has been invited as visiting professor by the International Law Center of Faculty of Law of Belo Horizonte (Brazil) where she teach a special course on « Publich Health and Sustainability ». She has been invited as “rapporteur” at various international conferences all around the world. She directed many collective research projects supported by the Italian Ministry of Education and Research on various topics relating to private international law’s general theory and contractual obligations. She is member of the editorial scientific board of the Rivista di Diritto Internazionale privato e processuale. She is currently the Dean of the Faculty of Law of the University of Milan. For the Faculty of Law of the University of Milan where she has created in 2014 a two years LL.M. Programme on Sustainable Development (entirely taught in English), now at its fifth edition; she has also enacted a new international PhD on “Law, Ethics & Economics for Sustainability” (first edition 2019/2020). She has edited or co-edited five books on Public and Private International Law (in the fields of international economic relations and their relations with ethical values, bioethics and biotechnology, procedural issues within the European space of justice, international business transactions). She is the author of two books on the contracts for the international sale of goods and the Italian system of private international law and of numerous articles (in Italian, French and English) and of many contributions to collective works on various topics of public and private international law. Her current research interests are focused on the intersection and interaction between Public and Private international law.

Manlio Calzaroni

Manlio Calzaroni laureato in Sceinze Statistiche e demografiche presso la Sapienza di Roma. Dal 1980 lavora presso l’Istituto Nazionale di Statistica. A partire dalla posizione di ricercatore junior fino alla posizione di direttore in differenti aree. Nel dipartimento di Contabilità Nazionale, è responsabile per ricerche ed analisi connesse alle nuove definizioni e nuovi metodi di stima per gli aggregati di contabilità nazionale – Investimenti, Produzione, Valore Aggiunto, Occupazione, Economia non osservata. Dal 2003 è responsabile come Direttore in diverse aree: Censimenti (Censimenti generali della popolazione e delle abitazioni e dell’Industria e dei servizi, del Censimento delle Istituzioni non profit e delle Istituzioni pubbliche, del Censimento dell’Agricoltura); Registri statistici delle unità economiche e della popolazione; Uso di dati Amministrativi per fini statistici. Dal 2017, cessa il rapporto con l’Istat per raggiunti limiti e avvia una attività di consulente statistico in ambito nazionale ed internazionale.

Manlio Calzaroni, Degree in Statistical and Demographic Sciences at Sapienza University of Rome. Since 1980 he works in Italian Nationl Statistical Ofice. During these years he works in different fields. He started like junior researcher until to be Director in charge in different fields. In the National Account Department is in charge for Research and analysis concerning new definitions and new methods for estimating National Accounts aggregates – Gross fixed capital formation, Production, Value Added, Employment, Non Observed Economy. From year 2003 in charge like director in the fields of: Censuses (General Population and Housing Census, the Industry and Services Census, the Census of Non-profit institutions and on Public administrations and that on Agriculture); Statistical Registers on economic units and population; Use of administrative data for statistical purposes. From 2017 he retired and starts the activity of statistical free consultant at national and international level.

Chiara Certomà

Chiara Certomà è assegnista di ricerca presso il Sustainable Management Lab -Scuola Sant’Anna di Pisa e ricercatrice associata presso il Center for Sustainable Development dell’Università di Gent, il Resilient and Sustainable Infrastructure dell’University di Waikato e l’Earth System Governance Network dell’Università di Lund. È interessata alle cause, alle manifestazioni e alle misure di mitigazione dell’ingiustizia sociale, spaziale e ambientale, insieme ai relativi conflitti socio-ambientali che ne derivano. Attualmente sta analizzando in quali condizioni i processi di innovazione sociale sono funzionali alla realizzazione degli obiettivi di transizione verso la sostenibilità, specialmente quando i problemi socio-ambientali richiedono la collaborazione di diversi attori sociali nella pianificazione partecipata e nella governance delle infrastrutture e dei servizi urbani. Su questi temi è stata invitata come guest professor in Giustizia Spaziale e Ambientale e Pianificazione Urbana presso l’Università BOKU di Vienna, e come visiting researcher presso la Open University, il Rachel Carson Center for Environment and Society dell’Università di Monaco e il Dipartimento di Architettura e Urbanistica dell’Università di Gent.

Chiara Certomà is post-doc research fellow at the Sustainable Management Lab – Sant’Anna School of Advanced Studies in Pisa, and affiliate fellow at the Center for Sustainable Development – Ghent University, Resilient and Sustainable Infrastructure – Waikato University, and the Earth System Governance Research Network – Lund University. She is interested in the causes, manifestations and mitigation measures of social, spatial and environmental injustice, together with the related socio-environmental conflicts these might generate. Currently she is analyzing under what conditions social innovation processes better work toward the advancement of just sustainability transition goals, especially when wicked socio-environmental problems need the collaborative efforts of different social actors in the participatory planning and governance of urban infrastructures and services. On this topics she has been invited as guest professor on Spatial and Environmental Justice and Urban Planning at the BOKU University of Vienna (2016), and as visiting researcher at The Open University, at the Rachel Carson Center for Environment and Society – LMU (2012) and at the Department of Architecture and Urban Planning – Ghent University (2013).

Daniela De Leo

Daniela De Leo insegna di urbanistica presso La Sapienza di Roma dove si occupa, prevalentemente, di innovazione negli strumenti concettuali e operativi con riferimento a temi di frontiera e problematiche tradizionalmente non affrontate dalle pratiche disciplinari: dalle implicazioni spaziali dei conflitti, delle mafie e delle diseguaglianze alle responsabilità e ai modi per affrontarle.

Daniela De Leo teaches urban planning at La Sapienza in Rome where she mainly deals with innovation in conceptual and operational tools with reference to issues traditionally not addressed by disciplinary practices: from the spatial implications of conflicts, mafias and inequalities, to responsibilities and ways to deal with them.  

Francesco Denozza

Sezione vuota. Modifica pagina per aggiungere contenuto qui.

Valentina Di Pietro

Valentina Di Pietro lavora nell’Area Mission di ActionAid Italia dal 2015. Torinese di nascita, milanese di adozione. Laureata in Relazioni Internazionali e Diritti Umani presso l’Università di Torino nel 2010. Ha collaborato alla realizzazione di un progetto di cooperazione internazionale in Burkina Faso in ambito sanitario per oltre un anno e successivamente ha lavorato per una Ong in Francia con l’obiettivo di sensibilizzare il grande pubblico sulle discriminazioni razziali. Appassionata da sempre alle tematiche legate all’inclusione sociale e alle migrazioni. Da anni presta volontariato per diverse associazioni del Terzo Settore.

Valentina Di Pietro has been working in the Mission Area of ​​ActionAid Italia since 2015. She was born in Turin, but she lives in Milan right now. She has a master’s degree in International Relations and Human Rights from the University of Turin in 2010. She has started her professional work in the field of development cooperation in an international project in Burkina Faso for over a year. She also worked for an NGO in France to raise awareness among the general public against any form of racial discrimination. Her interests include social inclusion and migration. She has a long-term volunteer experience in different organizations.

Giovanni Dosi

Giovanni Dosi è professore ordinario di politica economica alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Co-Direttore delle task force ‘Industrial Policy’ e ‘Intellectual Property’ del programma Initiative for Policy Dialogue presieduto da Joseph Stiglitz, Columbia University, New York; è inoltre editor per l’Europa continentale della rivista Industrial and Corporate Change. Incluso tra gli ‘ISI Highly Cited Researchers’, che identifica coloro che hanno apportato contributi fondamentali all’avanzamento della scienza e della tecnologia, è anche Membro Corrispondente dell’Accademia Nazionale dei Lincei, Classe di Scienze Morali e del Consiglio Direttivo del Gruppo 2003. Nel 2016 la Technology and Innovation Management Division della American Academy of Management gli ha conferito il Wiley TIM Distinguished Scholar Award. La sua attività di ricerca si concentra sull’economia dell’innovazione e del cambiamento tecnologico, l’organizzazione e le dinamiche industriali, la teoria dell’impresa e la corporate governance, la crescita e lo sviluppo economico. In questi ambiti è autore e curatore di numerose pubblicazioni internazionali. Una selezione dei suoi scritti è stata ripubblicata nei volumi G. Dosi, Innovation, Organization and Economic Dynamics. Selected Essays, Cheltenham, Edward Elgar, 2000 e Economic Organization, Industrial Dynamics and Development: Selected Essays, Cheltenham, Edward Elgar, 2012

 

1976 Laurea in filosofia, Università di Milano

1983 PhD in Economics, SPRU, University of Sussex (UK)

1987 Professore ordinario di Economia Applicata, Facoltà di Statistica, Università di Roma “La Sapienza”

1998 Professore ordinario di Economia Politica, Scuola Superiore Sant’Anna Pisa

Giovanni Dosi is professor of economics at the Scuola Superiore Sant’Anna in Pisa, Italy. He also serves as co-director of the ‘Industrial Policy’ and ‘Intellectual Property Rights’ task forces at the Initiative for Policy Dialogue at Columbia University. Additionally, Professor Dosi is a continental Europe editor of the journal Industrial and Corporate Change. He is included in the ISI Highly Cited Research list, denoting those who made fundamental contributions to the advancement of science and technology, and is a corresponding member of the Accademia Nazionale dei Lincei, the first academy of sciences in Italy. In 2016, he received the Wiley TIM Distinguished Scholar Award by the Technology and Innovation Management Division of the American Academy of Management. His major research areas – where he is author and editor of several works – include Economics of Innovation and Technological Change, Industrial Economics, Evolutionary Theory, Economic Growth and Development, Organizational Studies.  He has been involved in a number of international research projects. A selection of his works has been published in two volumes: Innovation, Organization and Economic Dynamics. Selected Essays, Cheltenham, Edward Elgar, 2000; and Economic Organization, Industrial Dynamics and Development: Selected Essays, Cheltenham, Edward Elgar, 2012.

 

1976 Laurea (Philosophy), University of Milan

1983 PhD in Economics, SPRU, University of Sussex (UK)

1987 Professor of Applied Economics, Faculty of Statistics, University of Rome “La Sapienza”

1998 Professor of Economics, Scuola Superiore Sant’Anna Pisa

Giovanni Fattore

Giovanni Fattore è un’economista per formazione e ha conseguito un MSc in Health Policy & Management a Havard e un PhD in Social Policy alla London School of Economics. E’ professore ordinario di economia aziendale all’Università Bocconi ed è stato direttore del Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche dello stesso Ateneo. Le sue attività di ricerca riguardano il management pubblico, le politiche sanitarie, la valutazione dei programmi sanitari e di quelli nutrizionali. Negli ultimi 20 anni ha lavorato in progetti di ricerca e applicati per l’Unione Europea, l’OCSE e l’OMS in Albania, Croazia, Romania, Serbia e Siria. E’ nel board editoriale di Economia & Management della SDA Bocconi, Associate Editor di Health Policy e autore di circa 130 pubblicazioni in giornali scientifiche.

Prof. Fattore is an economist by training with a MSc in Health Policy and Management from Harvard and a PhD from LSE in Social Policy. He is Full Professor of Public Management and Policy and former Director of the Policy Analysis & Public Management Department at Bocconi University. His research activities focus on public management, health policy, health technology assessment, and economic evaluation nutrition interventions. He worked for OECD, WHO and the World Bank and has led several research projects funded by the European Commission, including field projects in Romania, Bosnia, Serbia and Albania. He is Associate Editor of Health Policy and author of about 130 publications in scientific journals.

Francesco Figari

Francesco Figari è Professore Associato di Scienza delle Finanze presso l’Università degli Studi dell’Insubria e Research Associate presso il CeRP Collegio Carlo Alberto e l’ISER Università di Essex (UK). Dopo la laurea presso l’Università degli Studi di Genova ha ottenuto il Master in Public Economics (York) e il PhD in Economics (Essex). Dal 2006 è coinvolto nello sviluppo di EUROMOD, il modello di microsimulazione fiscale per la valutazione economica dei sistemi di imposte e trasferimenti dei paesi dell’Unione Europea. La sua attività di ricerca si concentra sull’analisi degli effetti comportamentali e redistributivi delle politiche pubbliche in un’ottica comparativa. E’ Associate Editor dell’International Journal of Microsimulation e membro del comitato editoriale di Politica economica–Journal of Economic Policy. Ha svolto attività di ricerca e consulenza per la Commissione Europea – Joint Research Centre, DG-EMPL, OECD, United Nation e World Bank Institute.

Francesco Figari is Associate Professor of Public Finance at the University of Insubria (Italy). He is Research Fellow of CeRP, Center for Research on Pensions and Welfare Policies at the Collegio Carlo Alberto. Previously he has been Research Fellow at ISER University of Essex where currently he is Research Associate. He holds a Master in Public Economics from the University of York and a PhD in Economics from the University of Essex. He has been involved with the development of EUROMOD, the EU-wide tax-benefit model, since 2006, with particular interest on labour supply modelling. His research focuses on the analysis of the redistributive effects of public policies, the behavioural impacts of policy changes, the determinants of multiple deprivation and, more recently, the welfare resilience to the economic crisis across Europe. He acts regularly as a consultant for the European Commission DG-EMPL, JRC, OECD, United Nation, and World Bank Institute. He has published in the fields of poverty, taxation and European welfare systems in international journals such as Oxford Economics Papers, Fiscal Studies, Journal of Economic Inequality, Review of Income and Wealth, Journal of Social Policy, Journal of European Social Policy.

Massimo Florio

Massimo Florio è Professore di Scienza delle Finanze presso il Dipartimento di Economia, Management e Metodi Quantitativi all’Università degli Studi di Milano. I suoi principali interessi di ricerca riguardano l’analisi costi-benefici, le politiche industriali e regionali, le infrastrutture e la crescita, le privatizzazioni, l’impresa pubblica e l’impatto socioeconomico delle infrastrutture di ricerca. Tra i libri di cui è autore: Investing in Science Social Cost-Benefit Analysis of Research Infrastructures (The MIT Press, forthcoming 2019), Applied Welfare Economics. Cost-Benefit Analysis of projects and policies (Routledge, 2014), Network Industries and Social Welfare. The Experiment that Reshuffled European Utilities (Oxford University Press, 2013).

Massimo Florio is Professor of Public Economics at the Department of Economics, Management and Quantitative Methods at Università degli Studi di Milano. His main research interests are in cost-benefit analysis, industrial and regional policies, infrastructure and growth, privatization, public enterprise and socio-economic impact of research infrastructures. His recent books include: Investing in Science.Social Cost-Benefit Analysis of Research Infrastructures (The MIT Press, forthcoming 2019), Applied Welfare Economics. Cost-Benefit Analysis of projects and policies (Routledge, 2014), Network Industries and Social Welfare. The Experiment that Reshuffled European Utilities (Oxford University Press, 2013).

Donata Gottardi

Donata Gottardi è Professoressa ordinaria di Diritto del lavoro, Dipartimento di scienze giuridiche, Università di Verona. Parlamentare europea, dal 2006 al 2009, componente della Commissione economica e monetaria, della Commissione occupazione e della Commissione parità di genere.

Presidente dell’IRES Veneto. Ha pubblicato lavori in tema di: crisi di impresa; responsabilità sociale di impresa; discriminazioni e parità di trattamento; relazioni sindacali; libertà economiche e diritti sociali in Unione europea (l’elenco delle pubblicazioni in U-GOV, Università di Verona).

Donata Gottardi is Full Professor of Labour Law, Law Department, University of Verona. Member of the European Parliament, Member of the economic and monetary committee, Member of the Committee on Women’s Rights and Gender Equality (from 2006 to 2009). President of the Institute for Economic and Social Research (IRES) – Veneto. Her research fields include: companies in critical difficulties, corporate social responsibility, discrimination and principle of equality, industrial relations, economic freedoms and social rights in the European Union (the full list of publications is available online in the U-GOV database of the University of Verona).

Anna Grandori

Anna Grandori è Professore Ordinario di Organizzazione Aziendale presso  l’Università Bocconi di Milano. E’  stata visiting professor presso varie università in Europa e USA, direttore di programmi di ricerca e editor di riviste scientifiche nazionali e internazionali. Ha prodotto un centinaio di pubblicazioni, soprattutto in inglese su riviste scientifiche internazionali, in un approccio che integra le scienze organizzative e comportamentali con quelle economiche, interessato soprattutto al ruolo della conoscenza nell’azione e organizzazione economica, e applicato a temi di decision-making e innovazione, progettazione organizzativa, reti tra imprese, imprenditorialità e governance dell’impresa. In quest’ultimo campo si è recentemente focalizzata sul rinnovamento della teoria dell’impesa e la democratizzazione della governance (p.es.  Corporate Governance and Firm Organization, Oxford University Press, 2004; Epistemic economics and organization: Forms of rationality and governance for a wiser economy, Routledge 2013; 10 tesi sull’impresa. Contro I luoghi comuni dell’economia. Il Mulino 2015; ‘The firm in search of its nature’, European Management Review 2019.)

Anna Grandori, Professor of Business Organization at Bocconi University, has been visiting professor in various universities in Europe and the US; Director of Research Centers and of various international research programs, co-editor of Organization Studies and editor-in-chief of the Journal of Management and Governance. Through an approach integrating elements of economic, organizational and behavioral theories, she published in major organizational and economic journals and in various international books on topics as innovative decision making, organization design, interfirm networks, entrepreneurship and firm governance. Recent works have particularly focused on renewing the theory of the firm and democratizing firm governance (eg Corporate Governance and Firm Organization, Oxford University Press, 2004; Epistemic economics and organization: Forms of rationality and governance for a wiser economy, Routledge 2013; 10 tesi sull’impresa. Contro i luoghi comuni dell’economia. Il Mulino 2015; ‘The firm in search of its nature’, European Management Review 2019)

Stefano Imbruglia

Stefano Imbruglia è un giornalista che si occupa di temi legati al mondo dell’impresa e del lavoro. Ha ideato e condotto, dal 2008 al 2014, a Radio Radicale la prima rubrica radiofonica dedicata alle aziende, soprattutto le piccole e medie. Senza la mediazione delle associazioni di categoria e dialogando direttamente con gli imprenditori, nella rubrica sono stati analizzati i reali problemi e bisogni delle imprese, generando diverse iniziative politiche e proposte di legge; tra queste la Beltrandi-Misiani sui tempi di pagamento tra le imprese. Una proposta di legge – sottoscritta da 100 deputati di quasi tutti gli schieramenti politici – che per prima ha evidenziato e portato alla luce uno dei problemi più sofferti dalle aziende (soprattutto le piccole), anticipando di alcuni anni la direttiva europea. È coautore di “Se chiudi ti compro”, un libro che ripercorre la nascita del workers buyout in Italia e racconta l’esperienza di dieci imprese rigenerate dai lavoratori.

Stefano Imbruglia is a Journalist with focus in economic matters. He conceived and conducted from 2008 to 2014 the first radio program dedicated to the business and production world. The program on air at Radio Radicale analyzed the problems of companies by directly interviewing entrepreneurs without the interface of corporate associations. Several political initiatives have emerged from the radio program, including the proposal of the new law submitted to the Parliament by Beltrandi and Misiani. This law anticipated a directive by the European Union on payment times. The proposed law was signed by 100 Italian deputies belonging to almost all political parties. He is the co-author of “Se chiudi ti compro”, a book about the birth of the workers’ buyout analyzing the experience of ten Italian companies regenerated by former employees.

Giovanni Laino

Giovanni Laino è Professore ordinario, insegna politiche urbane e dinamiche urbane presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Napoli Federico II. Dopo la Laurea al Politecnico di Torino 1982, e il perfezionamento al Politecnico di Milano, nel 1988 ha ottenuto il PhD. Dal 2011 è componente della Scuola di Dottorato dello IUAV. È stato visiting professor a Parigi presso presso l’l’Université Paris-Diderot e presso il Laboratoire Interdisciplinare d’Èvalutaton des Politiques Publiques di Sciences Po a Parigi. È stato membro del comitato di pilotaggio del programma europeo “Quartiers en Crise”, responsabile della misura 2 del PIC Urban di Napoli e Vice presidente dell’Associazione europea del “Regie du Quartiers”. Socio fondatore e progettista dell’Associazione Quartieri Spagnoli a Napoli, dai primi anni Novanta ha scritto e coordinato molti progetti di social planning, cofinanziati dalle autorità locali, nazionali, dall’Unione Europea e da fondazioni. È membro del comitato di redazione di DISP, la rivista del Politecnico di Zurigo, dal 2006 e delle riviste di CRIOS e ASUR. Collabora con la redazione napoletana del quotidiano La Repubblica. Oltre a numerosi articoli nel 2012 ha pubblicato il libro “Il fuoco nel cuore e il diavolo in corpo. La partecipazione come attivazione sociale”. Milano,  FrancoAngeli  e nel 2018 il libro Quartieri Spagnoli. Note di quaranta anni dell’Associazione.

Giovanni Laino is full professor in Town Planning at the Department of Urban Design and Planning of the University of Naples Federico II. He is a former member of the pilot comittee of the European Programme “Quartiers en Crise”; vicepresident of the European Association of the “Regie du Quartiers”. He has taken part to several international seminars in France, and in many European and Italian cities, presenting reports and key-notes speaches. Main topics are: a) the integrated approach in regeneration programmes; b) changes in planning and local governements; c) second thoughts on the idea of participation. He is planner and coordinator of projects for private non-profit corporations and local authorities. In the last few years he has drafted and coordinated projects of social and urban upgrading co-financed by National authorities and European Union. He’s member of the editorial boards of DISP, the journal of Zurich Polytechnic, since 2006; CRU – Planning Rationality Critique, since its foundation in 1994, and Animazione Sociale since 2005.

Arturo Lanzani

Sezione vuota. Modifica pagina per aggiungere contenuto qui.

Ugo Pagano

Ugo Pagano insegna all’Università di Siena ed è il direttore della Scuola di Dottorato  in economia delle Università di Firenze, Pisa e Siena. Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca presso l’Università di Cambridge dove  è stato successivamente University Lecturer e Fellow del Pembroke College. Ha anche insegnato alla Università di Cassino e alla Central European University. E’ stato fra i fondatori e un editor del Journal of Institutional Economics e ha contribuito con numerosi lavori alla analisi comparata delle istituzioni economiche. Ha analizzato le crescenti diseguaglianze e la stagnazione economica che caratterizzano le istituzioni del capitalismo dei monopoli intellettuali.

Ugo Pagano teaches at the University of Siena and he is the director of the Doctoral School in Economics of the Universities of Firenze, Pisa and Siena. He got a PhD in Economics at the University of Cambridge where he became later University lecturer and a Fellow of Pembroke College. He has also taught at the University of Cassino and at the Central European University. He has been a founding editor of the Journal of Institutional Economics and he has contributed with numerous articles to the comparative analysis of economic institutions. He has analyzed the growing inequalities and the economic stagnation which characterize the institutions of intellectual monopoly capitalism.

Guido Pellegrini

Guido Pellegrini insegna Statistica Economica e Metodi statistici per le politiche regionali presso Sapienza, Università di Roma ed è Presidente della Associazione italiana di scienze regionali (AISRe). E’ stato economista presso il Servizio Studi della Banca d’Italia. Ha diretto diversi progetti sulla valutazione delle politiche europee e nazionali, in Italia e all’estero. Ha pubblicato numerosi articoli sulla valutazione di politiche regionali, di sviluppo e innovazione, sulla  crescita economica e convergenza tra regioni, sullo sviluppo locale.

Guido Pellegrini is full professor of  Economic Statistics and Statistical Methods for Regional Policies at Sapienza University of Rome and is President of the Italian Association of Regional Sciences (AISRe). He was an economist at the Research Department of the Bank of Italy. He has directed several projects on the evaluation of European and national policies, in Italy and abroad. He has published several papers on the evaluation of regional , development and innovation policies, on economic growth and convergence between regions, on local development.

Salvatore Pirozzi

Docente di Mat, letterarie per 21 anni in “vocational school” (Agrario, Porcellana), ha affiancato alle discipline iniziative per la ri-valorizzazione degli Istituti e dei saperi degli allievi. Docente, coordinatore, progettista “Maestro di strada”, lavora nei Quartieri Spagnoli con l’AQS. Laureato e abilitato col massimo, post-laureato in Scienze umane e nuove tecnologie, PhD in Politiche pubbliche allo IUAV, autore di pubblicazioni inerenti l’educazione, formatore, co-autore e “attivista” in programmi UE per l’inclusione, membro HDCA, finalizza l’attività di ricerca alla comprensione dei campi di intervento. Impegnato in sperimentazioni di percorsi educativi tra scuola, fuori scuola e formazione al lavoro per giovani esclusi.

Teacher for 21 years in “vocational school” (Agriculture, Porcelain), has added to the disciplines initiatives for the re-valorisation of the school and the knowledge of the students. Teacher, coordinator, designer “Street master, he works in the Quartieri Spagnoli with AQS. Graduated and qualified with the maximum, post-graduate in Humanities and New Technologies, PhD in Public Policies at IUAV, author of publications related to education, trainer, co-author and “activist” in EU programs for inclusion, HDCA member, finalizes the research activity to understand the fields of intervention. Engaged in experiments with educational paths between school, out of school and job training for excluded young people.

Sabina Ratti

SABINA RATTI – Dottore di Ricerca in Biologia Molecolare, è sposata, ha un figlio e due nipoti. Dopo il master presso la Scuola Superiore Enrico Mattei, entra in AGIP dove coordina il gruppo di lavoro sulla contabilità ambientale e la redazione del Bilancio Ambientale dell’azienda, uno dei primi ad essere reso pubblico in Italia. A metà degli anni novanta, è responsabile Ambiente, Salute, Sicurezza e Relazioni Esterne presso il Distretto Operativo Centro-Meridionale. Dal 2001 al 2006 è Responsabile del Programma di Ricerca Corporate Social Responsibility and Sustainable Management della Fondazione Eni Enrico Mattei. In questo ruolo, assume l’incarico di Project Manager del Progetto Sostenibilità di Eni e, in seguito, il ruolo di Sustainability Senior Vice President dell’azienda, consolidando il lavoro di definizione del modello concettuale e organizzativo che permette all’azienda di posizionarsi tra le imprese leader nella Sostenibilità a livello internazionale.  Nel 2015 viene nominata con mandato triennale Direttrice della Fondazione Eni Enrico Mattei.

Membro del Leadership Council del Sustainable Development Solutions Network delle Nazioni Unite (UN SDSN), è Chair di SDSN Italia. In questa veste, e come parte della Steering Committee di UN Global Compact LEAD e di Global Compact Italian Network, ha seguito i lavori per la definizione e approvazione dell’Agenda 2030 e dei relativi Sustainable Development Goals, impegnandosi poi nella loro promozione ed attuazione a livello nazionale e internazionale, ora anche collaborando attivamente al Segretariato di ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile). E’ membro del Comitato Scientifico di Symbola e del Santa Chiara Lab dell’Università di Siena sin dalla loro fondazione. Impegnata per anni nel comitato direttivo di ValoreD, è socia fondatrice dell’associazione Fuori Quota, che si propone di favorire il superamento delle disuguaglianze uomo – donna garantendo la parità di genere all’accesso ai più elevati gradi delle carriere e la presenza paritaria nelle cariche societarie. E’ presidente della storica azienda viti-vinicola Mossi 1558, a conduzione familiare.

Sabina Ratti, PhD in Molecular Biology, is married, has a son and two grandchildren.

Following her graduation at the Enrico Mattei High School in Energy and Environment, she coordinates the Environmental Accounting working group of Agip and realizes the company Environmental Report, among of the first ones published worldwide.

In the late 90s, she is appointed Responsible of the HSEQ and PR department of the Eni Southern Italy Operative District. After few years as Supervisor of the CSR and Sustainable Management Research Program of Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM), she is nominated Eni Sustainability Senior Vice President in 2006, contributing to Eni international reputation and position among the most sustainable companies worldwide, and, in 2015, FEEM Executive Director. As member of UN SDSN Leadership Council and of UN Global Compact LEAD Steering Committee (moreover, Vice President of UN GC Italian Network), she was involved in the process that led to the SDGs definition and Agenda 2030 approval. Following her triennial mandate in FEEM, she reinforces her commitment to sustainable development and to Agenda 2030 by chairing the Italian network of UN SDSN and working as Senior Advisor within ASviS, the Alliance of the Italian civil society for Sustainable Development.

She is among the founders and board member of Fuori Quota, the Italian association aiming to tackle gender inequality and discrimination in the workplace. She is part of the Scientific Committees of Symbola and of Santa Chiara Lab (Siena University), since their foundation. She is Chairwoman of the family owned wine-producing company, that dates back to 1558.

Giorgio Resta

Giorgio Resta (nato nel 1973), PhD Università di Pisa (1999), è professore ordinario di Diritto comparato presso l’Università di Roma Tre (Italia) e Vice-Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza. Senior Wainwright Fellow presso la McGill Law School, ha tenuto corsi come visiting professor – tra le altre università – presso la McGill Law School (2010-2011, 2014-2015), Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales (2008, 2009, 2014), Nagoya Faculty of Law (JP) (2018). Membro associato dell’Accademia Internazionale di Diritto Comparato, membro dell’European Law Institute e co-fondatore dell’Accademia Italiana per il Codice di Internet, è autore di oltre 130 pubblicazioni in materia di nuove tecnologie e diritto, proprietà diritti, protezione dei dati, nonché diritto comparato.

Giorgio Resta (born 1973), PhD University of Pisa (1999), is Full Professor of Comparative Law at the University of Roma Tre (Italy) and Deputy Dean of the Department of Law. Senior Wainwright Fellow at McGill Law School, he taught courses as Visiting professor – among other Universities – at the McGill Law School (2010-2011; 2014-2015), Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales (2008, 2009, 2014), Nagoya Faculty of Law (JP) (2018). Associate member of the International Academy of Comparative Law, fellow of the European Law Institute, and co-founder of the Italian Academy for the Internet Code, he is the author of more than 130 publications on the fields of new technologies and the law, property rights, data protection, as well as comparative law.

Maria Alessandra Rossi

Maria Alessandra Rossi è Professore Associato di Politica Economica presso l’Università di Chieti-Pescara. I suoi interessi di ricerca riguardano l’analisi economica dell’innovazione, l’economia delle telecomunicazioni e dei media e la politica economica della concorrenza e della regolazione. In queste aree, ha pubblicato ampiamente su riviste italiane e internazionali, e ha realizzato studi per l’OCSE, AGCOM, il Ministero italiano delle Finanze e IRG. Ha ricoperto posizioni di visiting presso l’Università di Oxford, il Dipartimento di Economia presso UC Berkeley, il Santa Fe Institute, l’Università Parigi X e la Florence School of Regulation (European University Institute).

Maria Alessandra Rossi is Associate Professor of Economic Policy at the University of Chieti-Pescara. Her research interests cover the law and economics analysis of innovation, telecommunications&media economics and digital economics, as well as competition and regulation policy. In these areas, she has extensively published on national and international journals, and she has carried out research for OECD, AGCOM, the Italian Ministry of Finance and IRG. She held visiting positions at the University of Oxford, the Department of Economics at UC Berkeley, the Santa Fe Institute, the University of Paris X and the Florence School of Regulation (EUI).

Andrea Roventini

Andrea Roventini è professore associato alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e research fellow all’OFCE, Sciences Po (Francia.) Ha un PhD in Economia e Management conseguito presso la Scuola Superiore Sant’Anna. I suoi interessi di ricerca principali comprendono l’analisi dei sistemi complessi, modelli ad agenti eterogenei, lo studio dei cicli economici e della crescita endogena, l’economia del cambiamento climatico e gli effetti delle politiche monetarie, fiscali, dell’innovazione e del cambiamento climatico. È il coordinatore del progetto di ricerca GROWINPRO finanziato dalla Commissione Europea. È advisory editor per il Journal of Evolutionary Economics.  I suoi lavori sono stati pubblicati in diversi giornali peer-reviewed tra i quali: Journal of Economic Behavior and Organization, Economic Modeling, Ecological Economics, Journal of Evolutionary Economics, Journal of Applied Econometrics, Journal of Economic Dynamics and Control, Socio-Economic Review, Industrial and Corporate Change, Macroeconomic Dynamics, Environmental Modeling and Software.

Andrea Roventini is associate professor at the Institute of Economics of Scuola Superiore Sant’Anna, and research fellow at OFCE, Sciences Po (France). He holds a PhD in Economics and Management from Scuola Superiore Sant’Anna. His main research interests include complex system analysis, agent-based computational economics, business cycles, economic growth and the study of the effects of monetary, fiscal, technology, innovation and climate-change policies. He is currently the principal investigator and consortium coordinator of the Horizon 2020 GROWINPRO project financed by the European Commission. He has been involved in the projects IMPRESSIONS, DOLFINS, and ISIGrowth financed by the European Commission. His works have been published in Industrial and Corporate Change, Journal of Economic Behavior and Organization, Economic Modeling, Ecological Economics, Journal of Evolutionary Economics, Journal of Applied Econometrics, Journal of Economic Dynamics and Control, Socio-Economic Review, Environmental Modeling and Software, Macroeconomic Dynamics. He is advisory editor of the Journal of Evolutionary Economics.

Salvatore Scalzo

Salvatore Scalzo si è laureato in “Studi europei” presso l’Università “La Sapienza” di Roma e ha conseguito un master orientato alla ricerca “Analysing Europe” presso l’Università di Maastricht in Olanda. Ha lavorato per oltre otto anni nella Commissione europea, nella quale, da novembre 2013, si occupa di affari politici e legali presso l’unità della Commissione responsabile per la legislazione sui dispositivi medici. In particolare, dopo essersi occupato della negoziazione dei due nuovi Regolamenti Europei sui dispositivi medici approvati nella primavera del 2017, Salvatore sta lavorando all’interpretazione e all’attuazione legale di questi regolamenti e, tra le sue varie responsabilità, coordina le attività della sua unità relative alle nuove tecnologie nel campo della salute e all’identificazione e tracciabilità dei dispositivi medici. Tra il marzo 2011 e il novembre 2013, Salvatore è stato anche il candidato a sindaco per la coalizione di centro sinistra nella città di Catanzaro, capoluogo della regione Calabria, all’età di 27 anni, e coordinatore dell’opposizione in consiglio comunale. La sua esperienza è stata ripresa da molti giornali nazionali per la sua carica innovativa e capacità straordinaria di mobilitazione e menzionata dalla rivista internazionale “The Economist” come capace di sfidare la resistenza italiana al cambiamento. Questa esperienza è stata l’oggetto di un saggio  “A Piedi Nudi – Prove di Cambiamento nella Politica Meridionale”, scritto dallo stesso Salvatore ed edito da Donzelli Editore nel 2012.

Salvatore Scalzo graduated with a Master’s of Science Degree in “European Studies” (with a Law track) at La Sapienza” University in Rome and with a research-oriented Master Programme “Analysing Europe” at Maastricht University in The Netherlands. He has been working for more than eight years in the European Commission. Since November 2013, he works on policy and legal affairs in the Commission’s Unit dealing with legislation on medical devices. After having dealt with the negotiations of the proposed new Regulations on medical devices which were adopted in spring 2017, he is currently working on the legal interpretation and implementation of those Regulations and coordinating, among other tasks, the activities of his Unit in the areas of new technologies applied to health and device identification and traceability. Between March 2011 and November 2013, he was the candidate for mayor for the centre-left coalition, at the age of 27, and coordinator of local opposition group in the municipality of Catanzaro, the capital of the Italian region of Calabria. His political experience was referred to by many Italian newspapers because of its innovative character and its capacity to mobilize young voters and was mentioned by “The Economist” as capable of testing Italy’s resistance to change. Salvatore wrote about this experience in his essay “A Piedi Nudi – Prove di Cambiamento nella Politica Meridionale” (translation “Triggering change in Southern Italian politics”), published by Donzelli Editore in 2012.

Alessandra Stabilini

Sezione vuota. Modifica pagina per aggiungere contenuto qui.

Francesco Vella

Sezione vuota. Modifica pagina per aggiungere contenuto qui.

Mariella Volpe

Mariella Volpe, economista, si occupa di economia pubblica, finanza pubblica a livello territoriale, valutazione di politiche pubbliche. Ha lavorato presso numerose istituzioni pubbliche e non (Presidenza Consiglio dei Ministri – Dipartimento per il Mezzogiorno, Cespe Fondazione, Osservatorio per le Politiche Regionali, Cabina di Regia nazionale, Istituto Assistenza Sviluppo Mezzogiorno, Dipartimento per le Politiche di Sviluppo, Agenzia per la Coesione Territoriale). I suoi interessi di ricerca vertono sugli effetti territoriali di politiche macroeconomiche; la costruzione di conti consolidati del settore pubblico allargato a livello territoriale; i rapporti tra federalismo, equità e sviluppo; gli effetti redistributivi dei servizi pubblici, gli effetti territoriali della autonomia differenziata. E’ autrice di articoli e saggi su questi temi.

Mariella Volpe, economist, deals with public economics, public finance at territorial lvel and evaluation of public policies. She has worked at numerous public and non-public institutions (Presidency of Italy’s Council of Ministers. – Department for Southern Italy, Cespe Foundation, Observatory for Regional Policies, National Control Room, Institute for Development of Southern Italy, Department for Development and Cohesion, Agency for Territorial Cohesion).

Her research interests involve territorial effects of macroeconomic policies; construction of consolidated accounts of the enlarged public sector at the territorial level;  relationships between federalism, equity and development; redistributive effects of public services, territorial effects of differentiated autonomy. She is the author of articles and essays concerning these topics.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi