Contributi

L’intervento di Marco De Ponte, Segretario Generale di ActionAid e membro del Gruppo di Coordinamento del ForumDD alla presentazione del Rapporto dei Diritti Globali.

Quale modello di business? Come interpretare la propria missione in un senso più marcatamente politico? Come attrarre giovani motivati e capaci? Ecco le tre questioni cruciali oggi per la cooperazione.

L'Italia è piena di esperienze di "lavoro cooperativo di cittadinanza": quello di associazioni, reti, biblioteche, in alcuni casi anche imprese, che cercano di costruire una società più giusta e più vivibile. Rafforzare queste esperienze, dare loro spazio, continuità e voce è necessario affinchè riescano a pesare sull'agenda pubblica. 

Il progetto Debiti di vita del ForumDD è diventato oggetto di due tesi di laurea presentate lo scorso 12 dicembre all’Università Bocconi di Milano. Il racconto delle due tesiste

Il ForumDD, la Fondazione Unipolis e Cooperativa Dedalus, hanno organizzato un workshop a Napoli sull’impresa sociale dando vita a un dibattito che andrà avanti nei prossimi mesi.

Messaggi razzisti. Post omofobi. Insulti via twitter. «Nelle aree in cui è più ampia la forbice economica e in quelle dove è maggiore il timore di perdere il posto di lavoro si concentrano i fenomeni di odio virtuale». Articolo di Gloria Riva

Attorno al concetto di "diritti umani ambientali" è partita una nuova ricerca che indaga sulle responsabilità degli attori non-statali nella violazione di tali diritti grazie alle mobilitazioni e alle denunce della società civile organizzata.

L’analisi del voto nel periodo che va dal 1994 al 2018 evidenzia come le disuguaglianze abbiano un peso rilevante sui comportamenti elettorali. Il fenomeno dell’astensione è legato alla disuguaglianza, alla polarizzazione dei redditi, alla povertà e alla disoccupazione. Il consenso per i partiti di governo è invece sensibile alla crescita della ricchezza media.

Il primo progetto-pilota sulla via d’acqua nel territorio ferrarese

Il manifesto di Genova che osa nasce come un contributo alla formazione di una nuova cultura, che, sempre con Gramsci, è resa tanto possibile quanto necessaria dalla crisi.

Questo articolo è stato pubblicato sull'edizione di Napoli di Repubblica il 19 settembre 2019. 

Quasi il 40% degli italiani, in maggioranza donne residenti al Sud, non pratica sport. Questo dato appare correlato al benessere economico personale e al livello di istruzione: laddove incidono maggiormente i fattori che determinano le disuguaglianze socioeconomiche, diminuisce la propensione alla pratica sportiva. In questo scenario un ruolo determinante è affidato allo sport sociale capace di restituire spazi alla comunità e valorizzare potenzialità e relazioni tra le persone. Un articolo di Liliana Grasso*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi