Dignità del lavoro

Il contratto è uguale per tutti e tutte

 

La dignità del lavoro e la tutela delle sue condizioni (salariali, contributive, di orario, etc.), indipendentemente dalla forma contrattuale dei singoli lavoratori, deve essere realizzata, secondo il ForumDD, dalla contemporanea attuazione di tre azioni, al centro del pubblico dibattito: efficacia erga omnes dei contratti firmati da organizzazioni “rappresentative”, salario orario minimo, rafforzamento del sistema ispettivo. Il Governo in carica, nel suo programma ha menzionato tutte e tre le condizioni come necessarie, e la messa a terra della proposta consiste nel riaffermare l’impossibilità di separare queste tre azioni. Alleati di questa proposta sono il Comune di Bologna e Donato Nubile (Smart).

Dopo il Comune di Bologna, anche il Comune partenopeo ha presentato la Carta dei Diritti dei riders e dei lavoratori della gig-economy. Uno strumento per ribadire la necessità di riconoscere diritti e tutele ai lavoratori.

Si può promuovere la crescita dell’economia digitale senza far arretrare i diritti e le tutele dei lavoratori? La storia della Carta di Bologna sui riders

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi