Lavoratori e lavoratrici proprietari/e

Crisi aziendali? Consentire ai lavoratori e alle lavoratrici di rilanciare la propria impresa divenendone proprietari e proprietarie

 

La messa a terra della proposta del ForumDD per rafforzare i Workers Buyout (WBO) e promuoverne una maggiore diffusione sta avvenendo i tre direzioni. In primo luogo, prosegue l’attività di analisi volta ad approfondire la conoscenza del fenomeno dei WBO in Italia: effetti della crisi sulla competitività delle imprese; modalità di cooperazione tra lavoratori e lavoratrici; ruolo del lavoro nei processi decisionali; scelte tecnologiche e di investimento; etc. In secondo luogo, si stanno affinando le misure di policy e le modifiche normative necessarie a rafforzare e promuovere i WBO come strumento di politica economica e sindacale nell’affrontare le crisi aziendali. In terzo luogo, si mira a potenziare con i soggetti alleati (Legacoop Emilia Ovest, CFI, ASviS, Caritas) l’attenzione pubblica su questo strumento per consentire un ulteriore sviluppo dei WBO.

Nella legge di bilancio entra una norma per i workers buyout che azzera le tasse per chi investe i soldi degli ammortizzatori sociali. Ma si tratta di una goccia nel mare. Flavia Terribile, economista del ForumDD: «Bisogna sostenere anche il passaggio generazionale». Un articolo di Gloria Riva

Intervista con Mario Grillo, Presidente della cooperativa Zanardi, nata dopo il fallimento del Gruppo Editoriale Zanardi.

Intervista a Stefania Ghidoni, socia dell’impresa Art Lining che produce interni per cravatte. Un caso pilota di azienda rigenerata dai lavoratori nel 2009 che ha fatto da apripista per altre aziende in Emilia Romagna.

Più potere al lavoro per accrescere la #giustiziasociale

I primi risultati del progetto "Da operaio a imprenditore: quando i lavoratori rilanciano l’impresa".

<font style="color:#fff;">Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.</font> maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi