Giustizia ambientale

Giustizia sociale e ambientale si conquistano assieme

 

Giustizia sociale e ambientale devono camminare assieme: le misure per il contrasto della crisi climatica, per la sostenibilità ambientale, per la transizione energetica devono favorire, anche nel breve termine, le fasce più deboli e vulnerabili della popolazione. Le proposte avanzate per raggiungere questo obiettivo stanno trovando attuazione nella rinnovata sensibilità sociale delle proposte ambientali. In linea con l’impianto degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU, promossi con forza in Italia dall’ASviS, e con la logica del Green New Deal, Legambiente ha presentato in ottobre 2019, in collaborazione con l’intero ForumDD di cui è parte, un insieme di proposte per la legge di bilancio che vanno in questa direzione. In collaborazione con l’ASviS, altre iniziative riguarderanno i passi che l’Unione Europea dovrà compiere durante il 2020 per dare attuazione all’impegno della nuova Presidente della Commissione europea di riorientare il “semestre europeo” – il più forte strumento di coordinamento dei bilanci nazionali – agli Obiettivi ONU. Alleati di questa proposta sono l’Area interna del Basso Sangro-Trigno e la Diaconia Valdese.

Dall’incontro a Norwich durante una conferenza internazionale è nata l’idea di creare un gruppo di ricerca permanente sulle disuguaglianze ambientali. Ne fanno parte alcune ricercatrici che vogliono elaborare proposte per la lotta per la giustizia ambientale con una chiara ottica di genere. Un articolo di Francesca Rosignoli*

Anche il ForumDD tra i primi firmatari del Manifesto promosso dalla Fondazione Symbola che verrà presentato venerdì 24 gennaio ad Assisi

Giustizia ambientale e sociale si conquistano assieme. Per questo le politiche ambientali devono come prima cosa mirare a migliorare le condizioni dei più vulnerabili 

L'esecutivo usa il problema inquinamento per inasprire la pressione fiscale, dice Legambiente. Ecco le controproposte per la manovra finanziaria. Articolo di Gloria Riva

Il promotore del Forum Disuguaglianze e Diversità ha scritto insieme a Legambiente le proposte per il Green New Deal. E spiega: «Serve un modello politico e culturale che accompagni una rivoluzione non solo economica». Intervista di Gloria Riva

Con questo articolo di Giovanni Carrosio, sociologo dell’università di Trieste e ForumDD, prende il via la collaborazione su temi sociali e ambientali tra L’Espresso e il Forum sulle Disuguaglianze e le Diversità coordinato da Fabrizio Barca. Il ForumDD è una rete di organizzazioni da anni attive in Italia sul terreno dell’inclusione sociale e di ricercatori e accademici impegnati nello studio della disuguaglianza e delle sue negative conseguenze sullo sviluppo. Lo scopo del ForumDD è fornire studi sul campo e proposte concrete per ridurre le disuguaglianze in Italia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi