A misura delle persone e dei luoghi nelle aree marginalizzate: dai casi territoriali all’intero sistema. E ritorno

Roma, 30 Ottobre 2019. Il Seminario “A misura delle persone e dei luoghi” organizzato dal Forum Disuguaglianze e Diversità (ForumDD) e dall’Agenzia per la Coesione Territoriale, nell’ambito del partenariato Europeo per la preparazione degli indirizzi strategici per l’utilizzo dei Fondi comunitari per la coesione (Accordo di partenariato 2021-27) ha effettuato una ricognizione di cinque strategie e progetti realizzati in aree urbane e interne del Nord, Centro e Sud del paese e ne ha estratto lezioni per l’azione futura. Le conclusioni sono state portate all’attenzione del Governo nella persona del Ministro per il Sud e la coesione territoriale Giuseppe Provenzano che ha partecipato il Seminario.

 

La necessità di insistere perché le politiche del Paese rilancino e diano vita a strategie “a misura delle persone e dei luoghi” che ne sappiano interpretare i bisogni e valorizzare le capacità, che ha animato la giornata è stata ripresa nell’intervento di Fabrizio Barca, Coordinatore del Forum Disuguaglianze e Diversità. Per uscire dalla trappola del sotto-sviluppo che caratterizza le aree marginalizzate sono necessarie politiche ispirate ad alcuni principi: l’approccio strategico, che integra in un’unica visione e affronta in modo integrato le diverse dimensioni di vita di chi vive in un’area marginalizzata perchè è il solo che può modificare in modo permanente il destino di un territorio; è necessario combinare dettagli e sistema, azione strategica territoriale e impegno delle politiche nazionali ad adattare l’azione ordinaria delle strategie che emergono dai territori per dare loro natura permanente; è fondamentale costruire “case comuni” in cui i cittadini possano partecipare e confrontarsi, condividere conoscenze e innovare e garantire la misurazione e la valutazione dei risultati esposta al pubblico dibattito. E perché tutto ciò avvenga occorre innovare con radicalità le Pubbliche Amministrazioni: servono buoni amministratori, con le competenze giuste, motivati a badare ai risultati e a rischiare per raggiungerli.”

I MATERIALI DEI RELATORI

 

Prima sessione

 

Gaetano Giunta, Fondazione di Comunità di Messina e Liliana Leone, Cevas

Programma per la riqualificazione delle periferie urbane a Messina

 

Maria Grazia Cogliati Dezza, già Coordinatrice Sociosanitaria di ASUITS

Le micro-aree di Trieste: una pratica contro le diseguaglianze sociali e di salute

 

Monica Buonanno, Comune di Napoli

L’agenzia sociale per la casa di Napoli (Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane)

 

Annibale D’Elia, Comune di Milano

La Scuola dei Quartieri (Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane)

 

Antonio Tamburrino, Referente di Area

Area Interna Basso Sangro Trigno (Strategia Nazionale per le Aree Interne)

 

Seconda sessione

 

Tiziana Ciampolini, Caritas Torino

 

Terza sessione

 

Michele Bertola, Comune di Bergamo

Con quale amministrazione pubblica realizzare le strategie per le aree fragili?

 

Giorgio Martini, Agenzia per la coesione territoriale

* Si ringrazia l’Agenzia per la coesione territoriale per la co-organizzazione del seminario.
Download PDF

Tags:

Invia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi