Un college per i futuri cuochi a Villa Santa Maria: nel Basso Sangro 750 studenti da cinque regioni

Esistono in Italia forti disuguaglianze territoriali che riguardano in particolare le aree interne del paese. La Strategia Nazionale Aree Interne supporta la sfida di amministratori locali, imprenditori e cittadini che lavorano, da protagonisti, per ridurle.

Villa Santa Maria è un piccolo Comune di 1.350 abitanti in provincia di Chieti, e fa parte dell’area interna del Basso Sangro-Trigno. In questo borgo dal 1939 c’è un istituto alberghiero: la sua nascita è legata a una tradizione locale di chef e cuochi famosi e impegnati al servizio delle tavole più importanti del Paese e di tutto il mondo, una storia che inizia nel Seicento.

 

Quella più recente dell’istituto è comunque avvincente, ed un segnale importante per tutte le aree interne e per tutta l’istruzione professionale di Stato: la struttura è stata rinnovata nel 2008, e oggi accoglie di circa 750 iscritti, che seguono i corsi di cucina sala bar e accoglienza turistica. L’eccellenza nella formazione fa sì che gli alunni raggiungano Villa Santa Maria da tutto l’Abruzzo ma anche dalle 5 Regioni circostanti, che sono Puglia, Campania, Lazio (da Latina e Frosinone), Marche, Molise. Necessariamente, molti di questi risiedono a Villa Santa Maria durante il periodo delle lezioni. Nel territorio comunale ci sono due convitti, che ospitano circa 300 studenti dei primi tre anni.

Menù elaborato in occasione della visita di una delegazione dei governo dei Paesi Baschi e della Navarra, novembre 2017

I ragazzi del quarto e del quinto anno, invece, affittano casa private, i molti immobili altrimenti sfitti del borgo. “In un paese piccolo, i genitori si fidano” ci ha spiegato il sindaco di Villa Santa Maria, Giuseppe Finamore. Definisce l’istituto alberghiero “la FIAT di Villa Santa Maria”, perché considera fondamentale la capacità dell’istituto nel creare un indotto economico importante per tutto il territorio.

 

Nel corso del 2018 è stata finanziata la realizzazione di una palestra e dell’aula magna. L’istituto, che è la prima scuola a essere titolata a uno chef di cucina, il villese Giovanni Marchitelli (1888-1971), potrebbe diventare in questo modo una sorta di college. Villa Santa Maria si trova a 50 minuti dal mare di Pescara, e a quasi due ore di strade tortuose da L’Aquila, che è il capoluogo della Regione Abruzzo. Ed è un esempio: c’insegna che l’eccellenza è possibile anche nelle scuole delle aree interne del Paese.

Tratto da #BelliDentro, la rubrica sulle aree interne in onda ogni settimana su Radio 24, nella trasmissione “Si può fare”.

Non ci sono commenti

Invia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi