Un programma Atkinson per l'Italia

Politiche per ridurre le disuguaglianze e liberare le diversità, in Italia.

Guidate dal pensiero di Anthony Atkinson

 

 

A cura di (fra gli altri): Fabrizio Barca, Daniele Checchi, Maurizio Franzini, Elena Granaglia, Patrizia Luongo, Salvatore Morelli, Lorenzo Sacconi.

 

In Italia come nel resto dell’Occidente, l’aumento delle disuguaglianze non è l’effetto inevitabile di cambiamenti fuori del nostro controllo. Tecnologia dell’informazione, globalizzazione, migrazioni e cambiamento climatico rappresentano una sfida per la giustizia sociale. Le scelte politiche, culturali ed economiche che hanno accompagnato queste tendenze sono andate nella direzione di accrescere le disuguaglianze. Ci riferiamo all’inversione a U delle politiche pubbliche, alla riduzione del potere negoziale del lavoro e al cambiamento del ”senso comune”Esistono dunque le condizioni per invertire questo stato di cose.

 

Il Forum ha scelto di farlo partendo dalle disuguaglianze di ricchezza privata e comune perchè è molto cresciuta negli ultimi trenta anni, e perché, influenza tutte le altre disuguaglianze.  

Obiettivo

 

Obiettivo del progetto è quello di proporre al pubblico dibattito un insieme di politiche pubbliche e azioni collettive per accrescere la giustizia sociale e in particolare riequilibrare la distribuzione della ricchezza privata e l’accesso alla ricchezza comune.  Il progetto è stato ispirato e guidato dal Program for action presentato da Anthony Atkinson in “Inequality. What can be done?”. Il Forum condivide la lettura e l’impostazione di Atkinson e la utilizza nella propria analisi delle disuguaglianze economiche, sociali e di riconoscimento. E, mentre si impegna a estrarre dalle pratiche delle organizzazioni di cittadinanza attiva l’esperienza e la conoscenza per formulare proposte di azione pubblica e collettiva (da micro a macro) che contrastino queste disuguaglianze, intende con questo progetto muovere verso lo stesso risultato partendo dal pensiero e dall’impianto concettuale di un grande pensatore.

Temi

 

Le proposte sono state costruite partendo dalla individuazione dei tre processi decisivi nella formazione e nella distribuzione della ricchezza: il cambiamento tecnologico, il passaggio generazionale, la relazione negoziale tra lavoro e impresa. Su questa base e partendo dalle 15 proposte (e “5 idee da perseguire”) del Program for action di Atkinson, il Forum ha approfondito una serie di proposte. Nell’impostare il lavoro abbiamo seguito una traccia indicata nelle tre sezioni di riferimento.

Metodo di lavoro

 

Per ognuno dei temi, abbiamo chiesto a studiosi ed esperti delle diverse materie di elaborare ipotesi di azioni pubbliche e collettive che tengano conto del contesto sociale, economico e normativo dell’Italia. Tali ipotesi sono state sottoposte prima a un confronto interno tra i membri del Forum e gli studiosi (fase 1) e quindi a pubblico dibattito (fase 2).

Seguendo il metodo sperimentale adottato dal Forum le proposte sono sottoposte al confronto all’interno delle otto organizzazioni promotrici del Forum stesso attraverso tre seminari territoriali. Sulla base del confronto realizzato in queste occasioni e degli ulteriori contenuti raccolti dagli studiosi impegnati in tutta Italia e in un ulteriore workshop a Messina, verrà elaborata la versione conclusiva delle proposte che sarà resa pubblica all’inizio della primavera. Questa presentazione sarà solo l’inizio di un’ulteriore fase. Le proposte potranno infatti essere completate e trovare sperimentazione e attuazione solo attraverso un ulteriore confronto con altre organizzazioni di cittadinanza, con i sindacati, con il mondo della ricerca e delle istituzioni.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi