L’arte nel rapporto con il territorio e la voce di chi è discriminato

Silvia Vaccaro

Leonardo Delogu, performer e formatore e parte del Collettivo DOM, e Giulia Maino, attrice e parte del collettivo Amleta, sono intervenuti al terzo momento di co-progettazione della Scuola per la giustizia sociale e ambientale del ForumDD. Abbiamo raccolto il loro punto di vista 

Quale è il rapporto dell’arte con il territorio? Quanto è importante che l’arte tenga conto di una prospettiva di genere? Al margine del terzo seminario di co-progettazione della Scuola per la giustizia sociale e ambientale del ForumDD, organizzato con il sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo, ne abbiamo parlato con Leonardo Delogu e Giulia Maino.

Leonardo Delogu, Collettivo DOM, performer e formatore: “I territori sono dei contenitori di retoriche molto forti. A partire da un’immersione, da un impasto fisico dell’arte con i territori, credo che la grande possibilità dell’arte sia quella di inventare delle forme di lavori che non raccontino il presente ma che permettano attraverso l’apertura al lontanissimo di generare qualcosa che non ancora non è lì pensabile”. 

Giulia Maino, collettivo Amleta, attrice: “Il mondo dello spettacolo ha il potere di raccontare le storie che partono da un punto di vista che è sempre stato discriminato. Non solo quello delle donne, noi parliamo anche a tutte quelle minoranze che non hanno occasione di avere un microfono per raccontare la loro realtà. Da queste narrazioni nasce un racconto che apre una serie di finestre per raccontare il presente in cui viviamo”. 

* Photo by Etienne Boulanger on Unsplash
Download PDF

ARTICOLI CORRELATI

La società civile chiede trasparenza sul PNRR e si mobilita (di nuovo) con una lettera a Meloni e Fitto

Le oltre 700 realtà sociali, sindacali e del volontariato cattolico, tra cui il Forum Disuguaglianze e Diversità, che animano il percorso “Non per noi ma per tutte e tutti” lanciato dalla Rete dei Numeri Pari si danno appuntamento al 5 dicembre per la giornata di mobilitazione nazionale "Organizziamoci contro il carovita" in cui in oltre 20 città ci saranno delle assemblee territoriali. Tra queste anche l’assemblea romana che si terrà alle 17:00 presso la sala Tobagi della Federazione Nazionale della Stampa Italiana

Forum Disuguaglianze e Diversità

Tags:

Invia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi