«La strategia dei decreti sicurezza? Far sentire insicuri i cittadini. Per questo bisogna abolirli»

«Le norme cercano di dare sostanza all’invasione dei migranti, colpiscono i più deboli e stroncano le proteste. Vi spiego perché il governo deve abrogarli ora». L’intervento del presidente dell’Associazione Avvocato di Strada Onlus

uando ho letto per la prima volta i cosiddetti Decreti Sicurezza ho pensato: è come se una mente perversa avesse deciso una strategia per creare maggiore insicurezza in Italia, colpire le persone più deboli e stroncare possibili proteste. Ci sono norme che sembrano slegate tra loro, ma che perseguono un unico disegno, legate da un filo nero e spinato. E come si fa, si sarà chiesta quella mente, a creare insicurezza, a suscitare diffidenza e paura verso i migranti? Innanzitutto bisogna renderli visibili, dare sostanza all’invasione da cui lo stato dovrebbe proteggersi. Bisogna riempire le strade di immigrati.
Detto fatto.

 

CONTINUA A LEGGERE SUL SITO DELL’ESPRESSO.

* Si ringrazia Antonio Mumolo, presidente dell’Associazione Avvocato di Strada Onlus.
Download PDF

ARTICOLI CORRELATI

Camminare, soffermarsi, esplorare. La lentezza può essere una chiave attraverso cui ripensare il turismo, rigenerare i territori, immaginare un approccio diverso alle politiche pubbliche? Un contributo di Paolo Pileri* 

Quando alcune persone e gruppi non vengono considerati da parte dei policy maker si prepara il terreno alle disuguaglianze economiche e sociali. Perché i singoli e i gruppi non riconosciuti così scompaiono dai disegni delle politiche pubbliche. Un articolo di Alessia Zabatino

Redazione - ForumDD
Redazione:

Redazione - ForumDD

Invia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi