La disuguaglianza di riconoscimento, l’ingiustizia sociale di cui si parla troppo poco

Quando alcune persone e gruppi non vengono considerati da parte dei policy maker si prepara il terreno alle disuguaglianze economiche e sociali. Perché i singoli e i gruppi non riconosciuti così scompaiono dai disegni delle politiche pubbliche. Un articolo di Alessia Zabatino

Il nostro Paese è ingiusto. I dati sulla disparità di reddito, di ricchezza, di accesso ai servizi fondamentali e in generale le disuguaglianze economiche e sociali rendono inconfutabile questa percezione nel senso comune. Sono queste le responsabili dell’ingiustizia sociale?

 

CONTINUA A LEGGERE SUL SITO DELL’ESPRESSO.

* Si ringrazia Alessia Zabatino, membro del ForumDD.
Download PDF

[author_box]

ARTICOLI CORRELATI

Camminare, soffermarsi, esplorare. La lentezza può essere una chiave attraverso cui ripensare il turismo, rigenerare i territori, immaginare un approccio diverso alle politiche pubbliche? Un contributo di Paolo Pileri* 

«Le norme cercano di dare sostanza all'invasione dei migranti, colpiscono i più deboli e stroncano le proteste. Vi spiego perché il governo deve abrogarli ora». L'intervento del presidente dell'Associazione Avvocato di Strada Onlus

Redazione - ForumDD
Redazione:

Redazione - ForumDD

Invia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi