Investire sull’educazione: il Next Generation EU e le proposte di #educAzioni

Rete educAzioni

Il 23 gennaio, alle ore 10:00, la rete educAzioni organizza un momento di confronto pubblico sulle sue proposte per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

Investire nel diritto allo studio e nell’istruzione e farlo davvero. L’occasione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza può segnare una svolta per il futuro delle prossime generazioni e un forte segno di discontinuità dopo decenni di limitati investimenti su istruzione e politiche per l’infanzia e l’adolescenza. Per non sprecare questa occasione la rete educAzioni rilancia le sue proposte durante un’assemblea pubblica il prossimo 23 gennaio alle ore 10:00 in diretta sulla pagina Facebook.

 

EducAzioni, animata da dieci reti nazionali che comprendono centinaia di realtà del terzo settore, dell’associazionismo civile, professionale e del sindacato, è nata nel cuore della grave crisi educativa scatenata dalla pandemia. Le dieci reti hanno scelto di lavorare insieme a partire dal documento “Cinque passi per contrastare la povertà educativa e promuovere i diritti delle bambine, dei bambini e degli e delle adolescenti” per ripartire dall’educazione e dai diritti delle nuove generazioni con investimenti e politiche e consentire così all’Italia di risollevarsi puntando sul proprio futuro.

 

L’assemblea del 23 gennaio servirà per fare il punto di questi mesi di lavoro e a rilanciare un rinnovato impegno per i diritti di bambine e bambini e di ragazzi e ragazze in particolare su tre punti: a) la necessità di ampliare e migliorare i servizi educativi per la fascia 0-6 con particolare attenzione per le aree territoriali più sguarnite e i soggetti più svantaggiati, b) l’importanza di ampliare il tempo pieno a scuola; c) la centralità dei patti educativi di comunità, non solo come strumento utile per affrontare l’emergenza, ma per creare comunità educanti che durino nel tempo.

 

L’assemblea, durante la quale verrà anche lanciato il nuovo sito della rete, verrà trasmessa sulla pagina Facebook @educAzioni e sui canali delle reti che promuovono educAzioni.

 

Il programma consultabile QUI.

Download PDF

ARTICOLI CORRELATI

Il Rapporto Colao ha nelle sue premesse quella di accelerare lo sviluppo del Paese e migliorare la sua sostenibilità economica, sociale e ambientale, e si confronta con le tante disuguaglianze insopportabili rese eclatanti dalla crisi. Ma solo la centralità dei territori, del lavoro e della partecipazione possono dare risposte per un cambiamento strutturale che non riproponga la normalità di prima, ingiusta e inaccettabile. È la visione che il Forum DD propone e sviluppa operativamente nel suo documento strategico “Durante e dopo la crisi”.

Forum Disuguaglianze e Diversità

Il 24 aprile il ForumDD e la Rete dei Numeri Pari ha organizzato un’iniziativa di informazione su cosa avviene oggi nelle pieghe del paese che sono spesso invisibili alla classe dirigente. Sei testimonianze che vengono dalle esperienze territoriali della Rete dei Numeri Pari. 

Invia un commento

<font style="color:#fff;">Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.</font> maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi