Accompagnare sul campo per esprimere capacità, aspirazioni e alzare lo sguardo

Silvia Vaccaro

Claudio Calvaresi, Avanzi, e Giuseppe Dino, Comune di Petralia Sottana, sono intervenuti al quarto momento di co-progettazione della Scuola per la giustizia sociale e ambientale del ForumDD. Abbiamo raccolto il loro punto di vista 

Quali sono gli insegnamenti più importanti tratti dalle esperienze di accompagnamento sul campo che ha condotto? Quali sono gli insegnamenti più importanti di cui avrebbe bisogno un agente di cambiamento? Al margine del quarto seminario di co-progettazione della Scuola per la giustizia sociale e ambientale del ForumDD, organizzato con il sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo, ne abbiamo parlato con Claudio Calvaresi e Giuseppe Dino.

Claudio Calvaresi, Avanzi: “Abbiamo capito che i programmi di rigenerazione urbana devono riconoscere che le persone non sono soltanto portatrici di.bisogni, ma anche espressione di capacità, di aspirazioni, che chiedono di essere riconosciute. I programmi di rigenerazione urbana che tentano di fare accompagnamento sociale in una chiave diversa, sono programmi che chiedono ai gruppi informali e alle associazioni locali di esprimere la loro potenza di agire e in questo modo ripoliticizzano l’azione pubblica perchè riconoscono che le persone possono essere agenti di cambiamento”.

Giuseppe Dino, Comune di Petralia Sottana: “Abbiamo bisogno di assumere consapevolezza della direzione che stiamo seguendo e delle scelte che giornalmente si prendono per proiettarci in un futuro che tutti auspichiamo sia migliore. Da amministratore sento una grande fame di formazione continua. Occorre una bussola che aiuti gli amministratori ad orientarsi nella fitta nebbia della complessità attuale, ad alzare lo sguardo aiutandoli a raggiungere la meta senza rimanere impigliati nel fitto sottobosco della burocrazia, o addirittura a precipitare nei burroni delle continue emergenze e urgenze. Abbiamo anche bisogno di formare nuove reti”.

* Photo by Jehyun Sung on Unsplash  
Download PDF

ARTICOLI CORRELATI

La società civile chiede trasparenza sul PNRR e si mobilita (di nuovo) con una lettera a Meloni e Fitto

Le oltre 700 realtà sociali, sindacali e del volontariato cattolico, tra cui il Forum Disuguaglianze e Diversità, che animano il percorso “Non per noi ma per tutte e tutti” lanciato dalla Rete dei Numeri Pari si danno appuntamento al 5 dicembre per la giornata di mobilitazione nazionale "Organizziamoci contro il carovita" in cui in oltre 20 città ci saranno delle assemblee territoriali. Tra queste anche l’assemblea romana che si terrà alle 17:00 presso la sala Tobagi della Federazione Nazionale della Stampa Italiana

Forum Disuguaglianze e Diversità

Tags:

Invia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi