Figli più istruiti dei genitori: un progresso reale o apparente?

La mobilità educativa intergenerazionale, in termini assoluti e relativi, è più alta nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo mentre le disuguaglianze di genere stanno diminuendo in entrambe le aree.

Il Report analizza la mobilità intergenerazionale in termini di istruzione (d’ora in avanti, mobilità) della generazione nata negli anni ’80, utilizzando un nuovo database che copre 145 economie e più del 95% della popolazione mondiale; inoltre, grazie alla disponibilità di dati che coprono un arco di tempo più lungo, per 110 di queste economie la mobilità è misurata anche per le generazioni nate tra il 1940 e il 1970.

Titolo: Fair Progress? Educational Mobility around the World. Preview booklet.

Anno di pubblicazione: 2017

Istituzione/Organizzazione: World Bank, Washington, DC. License: Creative Commons

Link alla pubblicazione originale: Fair Progress? Educational Mobility around the World 

Lo studio si concentra sulla mobilità assoluta e su quella relativa. La prima, intesa come mobilità verso l’alto, è misurata dalla percentuale di individui con un livello di istruzione superiore a quella dei genitori; in questo senso essa fornisce un’indicazione sul miglioramento degli standard di vita della generazione corrente rispetto a quella passata ed è quindi associata alla crescita economica. La mobilità relativa indica in che misura il livello di istruzione di una generazione è indipendente da quella dei genitori ed è associata a una maggiore uguaglianza nelle opportunità. Entrambe sono importanti per lo sviluppo economico e per sostenere un contratto sociale che tenga conto delle aspirazioni della società. Da un lato, senza mobilità assoluta gli standard di vita non possono migliorare e la coesione sociale potrebbe essere a rischio. Dall’altro, la mancanza di mobilità relativa può limitare la crescita e renderla meno inclusiva, influenzando in modo negativo la riduzione della povertà.

 

Tra gli anni ’40 e ’80 del secolo scorso, la mobilità è aumentata velocemente nei paesi in via di sviluppo – soprattutto nell’Est Asiatico, nell’America Latina e nel Medio Oriente e in Nord Africa, dove i valori sono simili a quelli delle economie sviluppate – ma il miglioramento è rallentato negli ultimi decenni. La mobilità assoluta si è arrestata a partire dagli anni ’60, tanto che i livelli di istruzione raggiunti dalla generazione corrente nelle economie in via di sviluppo sono pari a quelli raggiunti 30 anni fa nelle economie sviluppate (Fig.1). E anche la mobilità relativa è molto più bassa nei paesi in via di sviluppo (Fig. 2). Le economie dell’Africa Sub-Sahariana e quelle dell’Asia del Sud registrano i livelli di mobilità più bassi, cosa che potrebbe ostacolare la lotta alla povertà in aree, come queste, in cui raggiunge valori estremi. Esistono però delle differenze anche tra le economie in via di sviluppo. Ad esempio, solo il 12% della popolazione nata negli anni ’80 nella Repubblica Centrale Africana, in Guinea e in Sud Sudan ha raggiunto livelli di istruzione superiore a quella dei genitori, mentre la percentuale è pari all’85% per la stessa generazione della Tailandia.

 

La trasformazione maggiore degli ultimi decenni si osserva nelle differenze di genere, sebbene il quadro non sia uniforme. La mobilità assoluta per le donne nei paesi economicamente avanzati è maggiore rispetto a quella degli uomini sin dagli anni ’60, e le economie in via di sviluppo mostrano un trend simile, ma in entrambe le aree la mobilità relativa degli uomini è ancora superiore a quella delle donne per le quali si osserva anche una maggiore “persistenza intergenerazionale dei privilegi”.

Fig. 1: Mobilità assoluta – Percentuale di adulti con un livello di istruzione superiore a quello dei genitori

Fonte: World Bank, 2017. Fair Progress? Educational Mobility around the World. 

Nota: Colori più scuri indicano un livello di mobilità più alta

Fig. 2: Mobilità relativa – Persistenza intergenerazionale nei livelli di istruzione

Fonte: World Bank, 2017. Fair Progress? Educational Mobility around the World. 

Nota: Colori più scuri indicano un livello di mobilità più alta

Foto di apertura di Patrizia Luongo

Download PDF

Redazione

Non ci sono commenti

Invia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi