Povertà in attesa. Rapporto Caritas Italiana 2018 su povertà e politiche di contrasto

Povertà in attesa. Rapporto Caritas Italiana 2018 su povertà e politiche di contrasto

 

Il 17 ottobre 2018, nella Giornata mondiale di lotta contro la povertà, Caritas Italiana presenta a Roma, presso Fondazione CON IL SUD (Via del Corso, 267), il suo Rapporto 2018 su povertà e politiche di contrasto dal titolo “Povertà in attesa”.
Questa edizione integra per la prima volta in un unico testo il 17° “Rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia” e il 5° “Rapporto sulle politiche contro la povertà in Italia”, con l’intento di offrire uno strumento aggiornato di studio ed approfondimento, nonché per stimolare l’azione delle istituzioni civili, e per questo analizza in particolare l’attuazione in Italia del Reddito di Inclusione (REI).
Programma della presentazione:
10.15 | Accoglienza
10.30 | Saluti
            Don Francesco Soddu – Direttore Caritas Italiana
10.45 | Introduzione ai lavori
            Gianmario Gazzi – Consiglio Nazionale Ordine Assistenti sociali
11.00 | Presentazione Rapporto
    Walter Nanni – Ufficio Studi e Ricerche Caritas Italiana
    Cristiano Gori – Università di Trento
11.50 | Interventi
    Pasquale Tridico – Università di Roma Tre
12.15 | Dibattito
12.45 | Conclusioni
    Francesco Marsico – Area nazionale Caritas Italiana
Il Rapporto si è avvalso del contributo e della collaborazione di oltre venti autori, esperti ed esponenti di numerose organizzazioni della società civile, alcune delle quali impegnate nell’Alleanza contro la Povertà in Italia. Un ampio spazio è, inoltre, dedicato ad approfondire il fenomeno della “povertà educativa”. Su questo argomento sono riportati i principali risultati di una ricerca patrocinata da Caritas Europa, in riferimento al capitale educativo delle persone che si rivolgono alla Caritas in Germania, Grecia, Italia e Portogallo. Il Rapporto offre, altresì, i  risultati di uno studio di carattere qualitativo sulla debolezza del capitale formativo delle famiglie con figli adolescenti, nelle periferie di tre città italiane (Bari, Bologna e Roma).
Download PDF

Ricerca avanzata

Iscriviti alla Newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l’iscrizione.

Invia il tuo contributo

Partecipa! Invia qui il tuo contributo, che sarà valutato per la pubblicazione sul sito.

Procedendo si dichiara che l’articolo è inedito, frutto del proprio esclusivo lavoro e libero da diritti di terzi, e si acconsente alla sua pubblicazione.

 

Non ci sono commenti

Invia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi