LAVORO: DA CASA O IN UFFICIO? “NELLE OFFICINE TERRITORIALI”. LA PROPOSTA DI FORUMDD E CENTRO PER LA RIFORMA DELLO STATO

Forum Disuguaglianze e Diversità

Il 3 giugno dalle 17.30 alle 19.30 l’evento online: interviene il Ministro Andrea Orlando

Prima il lockdown e poi i lunghi mesi di pandemia hanno accelerato un cambiamento dei luoghi e tempi di lavoro che era già in atto.

 

Non basta provare a progettare le modalità del lavoro da remoto: serve la capacità di inventare e introdurre una terza possibilità tra lavoro in azienda e lavoro a casa. Da qui nasce la proposta del Forum Disuguaglianze e Diversità e del Centro per la Riforma dello Stato di istituire delle “Officine territoriali/municipali”, un modello adattabile sia ai quartieri delle grandi città che ai piccoli comuni delle aree interne.

 

Non semplici spazi di co-working, ma luoghi ideati e progettati insieme alle organizzazioni dei lavoratori con l’obiettivo di rimodulare i tempi di lavoro che nei mesi di lavoro da casa, si sono estesi a tutta la giornata, determinando soprattutto per le donne, una pesante organizzazione dei tempi di vita. Luoghi dove rompere l’isolamento, confrontarsi e praticare scambi orizzontali e forme efficaci di reciproca formazione, con effetti positivi di valore economico e sociale nella rivitalizzazione del territorio.

 

Il 3 giugno alle 17:30 Forum Disuguaglianze e Diversità e Centro per la Riforma dello Stato organizzano il convegno online “Un nuovo posto per il lavoro da remoto” con l’obiettivo di raccontare, nella loro diversità, alcune delle iniziative locali che si stanno progettando e avviare il confronto con i decisori pubblici sulle possibilità di sostegno e le opportunità di generalizzazione di queste esperienze. La proposta ha infatti suscitato interesse in diversi contesti territoriali, ciascuno dei quali l’ha rielaborata in base alle proprie caratteristiche e condizioni di partenza.

 

Dopo la presentazione degli obiettivi, le caratteristiche, i soggetti coinvolti, le opportunità di attuazione della proposta a cura di Piero De Chiara del Centro per la Riforma dello Stato, gli interventi delle esperienze nei territori: Maurizio Ionico, Innovalp.Tv/Melius srl – impresa sociale (Friuli), Andrea Morniroli, Cooperativa Dedalus e ForumDD (Napoli), Filippo Spanu, Assessore realizzazione Agenda 2030 del Comune di Nuoro (Nuoro), Virginia Montrasio, Dipartimento contrattazione e innovazione, Camera del Lavoro di Milano (Milano), Carlo Cellamare, Professore Università Sapienza di Roma e Chiara Cacciotti Spin Time (Roma). Coordina la prima parte dell’incontro Giulio De Petra, Centro per la Riforma dello Stato.

 

A seguire una tavola rotonda con i decisori pubblici coinvolti a cui parteciperanno il Ministro del lavoro e delle politiche sociali Andrea Orlando, Marta Bonafoni, Consigliera Regionale della Regione Lazio, Cinzia Maiolini, Responsabile Ufficio Lavoro 4.0 CGIL nazionale, Alessandra Sartore, Sottosegretaria al Ministero dell’Economia e delle Finanze e Cristina Tajani, Assessora alle Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane del Comune di Milano. Coordina Fabrizio Barca, coordinatore Forum Disuguaglianze e Diversità.

 

Per saperne di più: la proposta delle Officine territoriali/municipali

 

Il PROGRAMMA dell’evento che sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook e sul sito del Forum Disuguaglianze e Diversità.

Download PDF

ARTICOLI CORRELATI

Fabrizio Barca: "I partiti faticano a dare spazio a figure fuori dai loro schemi: per questo abbiamo deciso di impegnarci affinchè possano avere una chance al voto del prossimo autunno. In questo momento cruciale c'è bisogno di loro". Al via la raccolta fondi con Ti Candido

Forum Disuguaglianze e Diversità

Il ForumDD ha inviato il suo documento di valutazione del PNRR italiano alla Recovery and Resilience task force del Segretariato Generale della Commissione europea confidando in un miglioramento complessivo del piano e chiedendo che la versione finale garantisca gli strumenti per una piena e adeguata consultazione nella fase di attuazione dei progetti finanziati. Indispensabile a questo scopo è che il sistema di monitoraggio previsto nel Piano e relativo sia alle milestone and targets di spesa, realizzazione e processo, sia agli step procedurali propedeutici agli esiti suddetti, sia accessibile in modo tempestivo, aperto e utilizzabile da tutti i cittadini, e dalle organizzazioni di cittadinanza, del lavoro e delle imprese

Forum Disuguaglianze e Diversità

Invia un commento

<font style="color:#fff;">Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.</font> maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi