Bologna-over65-che-vivono-soli

Fragilità nelle periferie di Bologna

Nell’ambito del Piano innovazione urbano il Comune di Bologna ha identificato 14 indicatori socio-demografici per ottenere una mappatura della città che permetta di disegnare politiche amministrative mirate e più efficaci.

Partendo dall’idea che il concetto di periferie non è costante nel tempo ed è legato tanto a fattori geografici quanto a caratteristiche socio-economiche, il Comune di Bologna, nell’ambito del Piano innovazione urbana, ha elaborato una mappatura del territorio comunale e calcolato una serie di indicatori demografici e socio-economici che sono stati utilizzati nei processi di programmazione degli investimenti per scegliere le aree da riqualificare.

 

La mappatura ha identificato 14 indicatori demografici, sociali ed economici che forniscono un’utile fotografia del territorio. Le vulnerabilità risultano più acute in alcune aree della città e in alcuni casi si sommano tra loro. È così, ad esempio, per la percentuale di over-65 che vive sola e quella con minori che vivono in famiglie monogenitoriali. In media, la percentuale di over-65 che vive sola è pari al 30% nel comune di Bologna, ma in alcune zone della città supera il 34%, e alcune di queste aree coincidono con quelle in cui c’è una maggiore concentrazione di bambini che vivono con un solo genitore, valore che in media è pari al 19% ma in alcune zone arriva a superare il 23% (cfr. fig. 1 e 2).

Fig1: Over-65 che vivono soli

Fonte: Area Programmazione, Controlli e Statistica del Comune di Bologna “Periferie a Bologna: vulnerabilità e opportunità. Una proposta di misurazione per le città italiane.

Fig.2: Bambini in famiglie monogenitoriali

Fonte: Area Programmazione, Controlli e Statistica del Comune di Bologna “Periferie a Bologna: vulnerabilità e opportunità. Una proposta di misurazione per le città italiane.

Alle fragilità sociali si sommano poi quelle economiche, come mostrato dal dato sull’incidenza della povertà relativa delle famiglie che in alcune aree arriva a superare il 29%, ben 5 punti percentuali in più rispetto alla media cittadina (cfr. fig.3).

Fig.3: Incidenza della povertà relativa

Fonte: Area Programmazione, Controlli e Statistica del Comune di Bologna “Periferie a Bologna: vulnerabilità e opportunità. Una proposta di misurazione per le città italiane.

Nota: I grafici utilizzati per questo articolo sono tratti da “Periferie a Bologna: vulnerabilità e opportunità. Una proposta di misurazione per le città italiane.” e sono stati elaborati dall’Area Programmazione, Controlli e Statistica del Comune di Bologna.

Redazione

Non ci sono commenti

Invia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi