Nunzia De capite

Nunzia De Capite, sociologa, si è specializzata in metodologia della ricerca sociale, occupandosi soprattutto di ricerca quantitativa in ambito sociale, educativo e sanitario. Ha svolto in passato attività ricerca collaborando con enti pubblici (Istituto per gli affari sociali) e privati (Campus biomedico) sui temi della povertà e sulla correlazione tra le condizioni socio-economiche e lo stato di salute dei bambini residenti in quartieri periferici di Roma. Dal 2006 lavora presso Caritas Italiana dove si occupa di far dialogare la ricerca sui temi della povertà e della esclusione sociale con la formazione degli operatori territoriali e la progettazione di interventi locali. In Caritas ha tra l’altro coordinato un progetto europeo di inserimento lavorativo di persone in condizioni di svantaggio, ha collaborato alla realizzazione di una ricerca sulle periferie italiane con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e a un indagine sul volontariato giovanile in Caritas. Dal 2014 cura per Caritas Italiana la redazione del rapporto annuale di Caritas Italiana sul monitoraggio delle politiche di contrasto alla povertà e fa parte del gruppo di ricerca dell’Alleanza contro la povertà che ha monitorato a livello nazionale le misure contro la povertà che si sono succedute in Italia dal 2016 (Sostegno alla Inclusione Attiva e Reddito di Inclusione). Le sue aree di interesse sono: lo studio dell’impatto delle politiche pubbliche di contrasto alla povertà sulle persone che sono anche beneficiarie degli aiuti delle Caritas; la collaborazione tra diversi attori istituzionali e sociali per realizzare interventi locali di contrasto alla povertà; la sperimentazione di modelli di intervento coordinati per promuovere lo sviluppo economico, l’inclusione sociale e la partecipazione civica delle persone nei loro contesti di vita. Tra le sue pubblicazioni: Caritas Italiana e Fondazione Zancan, Rassegnarsi alla povertà, Il Mulino, 2007); Caritas Italiana e Fondazione Zancan, Ripartire dai poveri, Il Mulino 2008; F. Marsico, A. Scialdone, Comprendere la povertà, Maggioli 2009; Caritas Italiana, Povertà in attesa, Maggioli 2018.

 

Nunzia De Capite, a sociologist, is specialised in the methodology of social research and, in particular, quantitative research in the social, educational and healthcare fields. She has previously carried out research in collaboration with both public institutions (such as the Istituto per gli Affari Sociali) and private entities (Campus Biomedico), on the topics of poverty and the correlation between the socio-economic conditions and health of children residing in peripheral neighbourhoods of Rome. Since 2006 she has worked for Caritas Italiana, where she deals with bridging the gap between research on the subjects of poverty and social exclusion, and the training of local social workers and planning of local intervention. Among other achievements at Caritas, she has coordinated a European project overseeing the creation of jobs for the disadvantaged, collaborated on research into peripheral areas in Italy with the Università Cattolica del Sacro Cuore and has conducted a study on youth volunteerism within Caritas. Since 2014, she has been responsible for writing and editing Caritas Italiana’s annual report on the monitoring of countermeasure policies against poverty and has been a member of the research group Alleanza Contro la Povertà, which examines anti-poverty measures that have been introduced in Italy since 2016 (Sostegno alla Inclusione Attiva and Reddito di Inclusione), on a national level. Her specific areas of interest are: studying the impact of public anti-poverty policies on those who also benefit from receiving Caritas aid; the cooperation of various institutions and social entities in implementing local intervention in the fight against poverty; trialing intervention models designed to promote economic development, social inclusion and the civic participation of people in their own daily contexts. Her publications include: Caritas Italiana and Fondazione Zancan, Rassegnarsi alla povertà, Il Mulino, 2007); Caritas Italiana and Fondazione Zancan, Ripartire dai poveri, Il Mulino 2008; F. Marsico, A. Scialdone, Comprendere la povertà, Maggioli 2009; Caritas Italiana, Povertà in attesa, Maggioli 2018.

Ho deciso di aderire al Forum DD perché per occuparsi di povertà oggi bisogna agire sui meccanismi che la generano, ovvero le disuguaglianze sociali ed economiche; perché con le loro differenti sensibilità e competenze i ricercatori e le organizzazioni sociali che fanno parte del Forum si stanno impegnando nel comune sforzo di costruire una cornice condivisa in cui riconoscersi e agire insieme;perché stimola la partecipazione delle persone sui territori aiutando a capire che la disuguaglianza ci riguarda tutti e attraversa le vite di ognuno nella quotidianità;perché prova a elaborare concrete proposte di politiche pubbliche per rendere il nostro paese più coeso e meno conflittuale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi