AMMINISTRATIVE: SONO 18 I CANDIDATI SOSTENUTI DA “TI CANDIDO” E FORUM DISUGUAGLIANZE E DIVERSITÀ

Forum Disuguaglianze e Diversità

L’iniziativa #Facciamoeleggere darà ai candidati supporto economico e in termini di competenze. Tra le città interessate: Roma, Torino, Napoli e Bologna

Roma, 9 settembre 2021_ Tra loro ci sono giovani, donne e uomini, italiani di seconda generazione e non solo. Tutti vengono da esperienze di partecipazione politica o di attivismo nel sociale, vivono nelle grandi città e in piccoli centri che vogliono contribuire a rendere più giusti, aperti e sostenibili. Molti di loro sono alla prima esperienza, altri fanno un salto di qualità, passando dal Municipio di città metropolitana al Comune.

 

Sono i 18 candidati e candidate che Ti Candido e il Forum Disuguaglianze e Diversità hanno deciso di sostenere alle elezioni amministrative del 3-4 ottobre. “I nomi scelti, le battaglie che hanno condotto nelle loro città, le esperienze e le storie di cui sono portatori sono coerenti con il lavoro di sostegno ai candidati e alle candidate fatto negli anni passati – spiega Angelica Villa, presidente di Ti Candido – con loro, e con gli altri che si sono proposti per ricevere il nostro sostegno, vogliamo lavorare a costruire una rete di amministratori locali impegnati per il cambiamento, a partire dalle città piccole e grandi”.

 

L’obiettivo di #FacciamoEleggere è portare nei Consigli comunali energie nuove e una spinta per la giustizia sociale, la sostenibilità ambientale e pari diritti per tutti, creando una rete di elette ed eletti locali che, sebbene in liste e schieramenti non identici, si scambino esperienze, si sostengano a vicenda nel difficile lavoro dell’amministrazione e magari promuovano battaglie comuni nei loro territori. Per far questo, l’organizzazione darà loro supporto sia in termini economici, sia in termini di competenze sul fronte della comunicazione, formazione ed elaborazione di proposte programmatiche.

 

Sono 120 le persone che nei mesi scorsi si sono proposte per aderire all’iniziativa, per ottenere così il sostegno economico e la formazione della campagna #FacciamoEleggere: ad agosto, un gruppo composto da esponenti del Forum Disuguaglianze e Diversità e Ti Candido ha studiato i loro profili, le motivazioni dietro la loro candidatura, il contesto e le alleanze locali.

 

Distribuiti in nove regioni d’Italia, tra i candidati si trovano undici donne, sei under 30 e tredici under 40 in liste diverse tra loro: molte civiche, alcune coalizioni di centrosinistra, qualche coalizione civica e di sinistra. I contesti locali sono diversi, i diciotto selezionati sono tutti espressione di realtà politiche e sociali vitali. Tra loro ci sono mediatori culturali, giovani ingegneri, psicologi e ferrovieri, persone già elette e candidati alla prima corsa.

 

“La costruzione di un futuro più giusto – afferma Fabrizio Barca, coordinatore del ForumDD – richiede che i saperi, l’impegno, la creatività, la radicalità diffusi nelle pieghe del nostro paese trovino le gambe di quadri capaci di colmare il gap fra società e istituzioni. Il piccolo grande passo che ForumDD e TiCandido compiono oggi assieme in vista delle elezioni comunali di ottobre va in questa direzione. Concentriamo sui candidati che sosterremo le nostre energie e il nostro supporto”.

 

I fondi per supportare provengono da tante piccole donazioni della raccolta fondi sulla piattaforma Progressive Acts che ha superato i 10mila euro (alla pagina https://www.progressiveacts.eu/projects/facciamo-eleggere/), risorse che serviranno a sostenere economicamente un primo gruppo di 12 persone. I restanti 6 avranno la possibilità di sollecitare donazioni mirate attraverso la stessa pagina del sito di Progressive Acts.

 

Chi sono le candidate e i candidati che sosterremo economicamente

 

Abdullahi Ahmed, 32 anni, indipendente nelle liste del Pd al consiglio comunale di Torino

Marzia Pirone, 31 anni, candidata per Potere al Popolo al consiglio comunale di Napoli

Claudia Pratelli, 40 anni, candidata per Roma Futura al consiglio comunale di Roma

Federico Braini, 43 anni, candidato Sindaco per Noi per Arquata al comune di Arquata Scrivia (Alessandria)

Simona Larghetti, 36 anni, candidata con Coalizione Civica, Coraggiosa Ecologista e Solidale al consiglio comunale di Bologna.

Giulia Massolino, 33 anni, candidata di Adesso Trieste per il consiglio comunale di Trieste

Giorgio Carcagni, 23 anni, candidato di Collettiva Nardò al consiglio comunale di Nardò.

Maria Grazia D’Amico, 55 anni, candidata nella lista Progetto concittadino* al consiglio comunale di Varese

Valeria Campagna, 24 anni, candidata di Latina Bene Comune al consiglio comunale di Latina

Caterina Pagnin, 37 anni, candidata a Sindaco per la lista Insieme è possibile a nel comune di Quarto d’Altino (Venezia)

Paolo Bersani, 27 anni, candidato Sindaco per Ripensiamo Rottofreno, a Rottofremo (Piacenza)

Marco Tonti, 46 anni, candidato per Rimini Coraggiosa al consiglio comunale di Rimini

 

I candidati e le candidate che sosterremo e che potranno attivare il crowdfunding

 

Giacomo Tarsitano, 21 anni, candidato nella lista Matteo Lepore sindaco al consiglio comunale di Bologna

Beatrice Corsi, 36 anni, candidata consigliera comunale per la lista Ecolò al comune di Sesto Fiorentino (Firenze)

Luana Grossi, 34 anni, candidata in consiglio comunale per Insieme per San Benedetto Po a San Benedetto Po

Edoardo Accorsi, 26 anni, candidato Sindaco di una coalizione civica e di centrosinistra a Cento (Ferrara)

Margherita Silvestrini, 59 anni, candidata Sindaca di una coalizione civica e di centrosinistra a Gallarate (Varese)

Giulia Princivalli, 27 anni, candidata al consiglio comunale per Oderzo Bene Comune a Oderzo (Treviso)

Download PDF

ARTICOLI CORRELATI

Agcisolidarietà Lazio, Confcooperative Federsolidarietà Lazio, CSV Lazio, Legacoopsociali Lazio, Forum Disuguaglianze e Diversità, Forum Terzo Settore Lazio e Rete dei Numeri Pari esprimono la necessità di aprire al dialogo sociale l'amministrazione capitolina per assicurare il confronto necessario ad orientare al meglio le scelte di intervento

Forum Disuguaglianze e Diversità

Lo studio, curato da Massimo Florio, evidenzia le criticità nella gestione della pandemia e propone la creazione di un’infrastruttura europea per l’innovazione biomedica da realizzare con un investimento trentennale nel segno di un nuovo ruolo della UE e della rinuncia delle imprese private alle esclusive brevettuali. Se venisse adottata dalle istituzioni europee, collocherebbe saldamente l'Europa come il primo attore globale nel campo della ricerca farmaceutica

Forum Disuguaglianze e Diversità

Invia un commento

<font style="color:#fff;">Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.</font> maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi