Proposte

Il Piano Ripresa e Resilienza che l’Italia dovrà presentare per utilizzare la Recovery and Resilience Facility dell’Unione Europea è un’occasione irripetibile per avviare quella svolta radicale nello sviluppo del paese, nelle missioni strategiche nazionali, nel metodo e nell’attenzione alle aree marginalizzate che il ForumDD aveva anticipato nella proposta “Strategie per aree marginalizzate”. Muovendo anche dai Documenti predisposti dalla Commissione Europea abbiamo riassunto questi indirizzi in alcune sintetiche Raccomandazioni. Con il contributo del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU) del Politecnico di Milano, i Comuni di Bologna, Milano, Napoli e Palermo e dell’area-progetto Basso Sangro Trigno, avevamo elaborato già nel luglio 2020 un Documento, “Liberiamo il potenziale di tutti i territori. Con una politica di sviluppo moderna e democratica”, che approfondisce la dimensione territoriale della strategia e presenta e approfondisce cinque priorità strategiche: casa per tutti e tutte, salute e cura, scuola inclusiva, mobilità sostenibile, spazi collettivi. Il lavoro successivo, nostro e di altre organizzazioni di cittadinanza, consente ora di aggiungere a esse altre quattro priorità: mitigazione e reazione a catastrofi naturali, conoscenza per le PMI, sovranità digitale, transizione energetica. Esse vengono approfondite con particolare attenzione ai contesti territoriali marginalizzati, in particolare le aree interne e le periferie delle città.

 

Per ognuna delle priorità strategiche qui richiamate, vengono raccolte le proposte più rilevanti sviluppate attraverso le collaborazioni avviate o avanzate da altre organizzazioni. Ma c’è di più. Condizione essenziale per il salto di qualità nelle politiche pubbliche che proponiamo è la trasformazione del rinnovamento generazionale della pubblica amministrazione in una strategia-paese di grande portata innovativa. Partendo dalla proposta del marzo 2019 “Reclutamento, cura e discrezionalità del personale delle PA” il ForumDD e il ForumPA hanno sintetizzato le cose da fare nel documento “Proposte per pubbliche amministrazioni che orientino da subito il nuovo sviluppo possibile”. Questa strategia deve diventare parte integrante del Piano Ripresa e Resilienza.

La Commissione ha dato indicazioni di metodo chiare per i prossimi mesi e anni. Sono limiti di indirizzo che non impediscono a un governo “progressista” di portare l'obiettivo della giustizia sociale sullo stesso piano di quello della giustizia ambientale. Per l'attuazione il Forum Disuguaglianze Diversità invia sette raccomandazioni al Governo e agli enti locali

Fabrizio Barca e Sabina De Luca
LIBERIAMO IL POTENZIALE DI TUTTI I TERRITORI

<font style="color:#fff;">Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.</font> maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi