Fig.A.16: Tasso di mortalità neonatale nelle regioni italiane, 2004 e 2013

Per il tasso di mortalità neonatale complessivamente ridottosi ancora nell’ultimo decennio e sia pari al 2 per mille nel 2015 persistono differenze regionali nei valori e nei trend: i valori più alti si registrano in Umbria, Valle d’Aosta e Molise dove i valori risultano in crescita tra il 2004 e il 2015.

Fig.A.16: Tasso di mortalità neonatale nelle regioni italiane, 2004 e 2013

Fonte: elaborazioni su dati ASviS [link].

Visualizza il grafico all'interno del Rapporto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi