Numeri Archivio

Gli ultimi dati ISTAT sulla povertà in Italia segnalano una situazione stabile ma certamente ancora preoccupante: oltre 1,8 milioni le famiglie in condizioni di povertà assoluta e poco più di 3 milioni (11,8%) in povertà relativa. Un commento di Nunzia De Capite

Quello che il Governo dovrebbe fare – e l'opposizione dovrebbe chiedere - è di far tesoro dell’esperienza del Rei, superandone i limiti (di copertura in primo luogo) per costruire un sistema di intervento capace di coniugare il sostegno economico con programmi individualizzati e familiari di inclusione e emancipazione

Il grafico mostra la variazione percentuale del reddito delle famiglie italiane tra il 2006 e il 2014. Sebbene ci sia stata una riduzione per tutte le classi di reddito, la diminuzione è stata molto più forte per le famiglie più povere, quelle che si collocano nel primo decile della distribuzione dei redditi.

Il grafico presenta la variazione media di alcuni indicatori di disuguaglianza economica osservata tra la fine degli anni ’80 e gli anni post-crisi. Negli ultimi 30 anni le disuguaglianze sono aumentate. È cresciuto il numero di persone che vive in famiglie in condizioni di povertà relativa. Si è allargata anche la forbice salariale, come si evince dal fatto che il rapporto tra il salario del 10% dei lavoratori più ricchi e quello del lavoratore mediano è cresciuto, in media, di quasi 10 punti percentuali. Più contenuta, ma comunque in crescita, è anche la quota di reddito totale detenuta dall’1% più ricco della popolazione, aumentata in media di circa 3 punti percentuali rispetto agli anni ’80. Stesso aumento si registra per l’indice di Gini.

Bologna-over65-che-vivono-soli

Nell’ambito del Piano innovazione urbano il Comune di Bologna ha identificato 14 indicatori socio-demografici per ottenere una mappatura della città che permetta di disegnare polite amministrative mirate e più efficaci.

Roadmap G7 for a gender-responsive economic environment

Una sintesi alla Roadmap per l’uguaglianza di Genere alla ministeriale G7 per le pari opportunità.

Poveri a chi?

Un piccolo volume in cui la ricerca sociologica si intreccia alle esperienze sul campo che hanno avuto successo nel contrasto alla povertà nel territorio di Napoli e si propongono come esempi per sperimentazioni in altri territori italiani.

Schiavitu donne bambini

Nel 2016 40 milioni di persone sono state vittime di una forma di moderna schiavitù, il 71% delle vittime sono donne e il 25% bambini.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi